lunedì 20 settembre 2010

ASS/OFF



Prendi un circuito nuovo nuovo fatto con lo stampino di Tilke in un Paese a caso... che so, la Spagna tanto per cambiare. Mettici il pilota che ci mette meno tempo ad andare come un missile, sistemagli un po' la moto col primo aggiornamento dopo 4 mesi, mescola tutto per bene e ottieni la prima vittoria stagionale di Stoner, nonche' prima della Ducati e anche primo doppio podio da non mi ricordo neanche quando.
Incredibile no? E invece forse si poteva fare prima. Se Stoner non mandava a puttane le poche gare dove poteva vincere, se non firmava subito per la Honda sbattendosene della stagione in corso, se a sua volta non se ne sbatteva altrettanto il team lanciato all'inseguimento del Divino Rossi etc etc
Insomma se ognuno faceva il suo mestiere credendoci magari questa vittoria arrivava prima.
Eppure io una spiegazione ce l'ho. Stavolta ho la verita' in tasca. Cari complottisti mi fate un baffo. Ma da solo non ci sarei mai arrivato senza l'aiuto dei ragazzi di fuorigiri che quando c'e' da sparar minchiate sono sempre il punto di riferimento.

Il parterre e' di tutto rispetto (si vabbe' nei limiti...): c'e' Carlo Florenzano che finalmente sfoggia una nuova camicetta HRC sostituendo la vecchia risalente al 1983, c'e' Cereghini da Milano perche' e' considerato spaccio internazionale farlo ascoltare oltre confine, c'e' il sempre piu' peloso Guareschi che ha il compito di scoraggiare Bobbiese con battute in luogo di risposte, ci sono Iannone e De Angelis che in realta' servono solo per fraintenderne le risposte e infine torna lui: "occhialino" Pernat in preda a strane convulsioni; ma e' solo l'occhiale tecnologico con l'mp3 incorporato. Meglio cosi': senza occhiali fa decisamente piu' impressione.
Ospite d'onore la tennista Flavia Pennetta alla quale fanno una domanda sul tennis e una sulle moto:
- "Per chi fai il tifo?"
- "Per Valentino"
- "Benissimo!!"

Se diceva un altro le facevano il 3° grado. Astuta.

SCHIAFFI DI RISCALDAMENTO
Il primo argomento e' il primo non podio di Lorenzo. Aaaah che delusione. Pure da Hayden si e' fatto infilare e giu' a dire che e' nervoso, e che l'americano gli ha inferto un mortale colpo psicologico e chissa' c'e' pure il contratto da firmare. Ma dove volete che vada il quasi campione del mondo con la Yamaha ora che Rossi va alla Ducati e Stoner alla Honda? Alla Suzuki per raccogliere i frutti dell'incessante sviluppo di Capirossi?
Eh magari ci sarebbe da ridere a sentire Pernat poi.
Ma qui rimaniamo nel campo delle vaccate cicliche. Se Jorge vince e' il piu' fortissimissimo dell'Universo, uno che a scuola sputazzava le palline di carta nel collo di Hulk e lo prendeva pure per il culo.
Ma adesso son gia' ben TRE gare che non vince e pur rimanendo apparentemente tranquillo e' in realta' un uomo di carta velina pronto al tracollo.
C'e' chi non vince da piu' tempo ma chissa' perche' risulta sempre dal carattere di ferro (zincato).

Il piu' determinato e' il solito Cereghini che sulle ginocchia sembra avere un plico di appunti. Dopo aver ascoltato (poco) attentamente Iannone si lancia nel suo attacco totale:
- "Mi sembra di aver sentito Iannone dire che ha visto un Lorenzo piu' nervoso del solito. E' vero allora? Puoi ripetere?
- "No. Ho detto che deve pensare al campionato e a non correre rischi."

Beh, complimenti per l'attenzione. E si scopre cosi' che quei fogli non sono appunti ma una rivista porno.

Florenzano arriva a dire quello che un po' tutti i tecnici dicono e cioe' che sui circuiti dove conta l'accelerazione piu' dell'equilibrio, la forza bruta della Honda basta e avanza ad avere la meglio sulla moto piu' guidabile che infatti ha vinto l'ultima volta a Brno.
Brno? Aspetta un momento ma non e' il posto dove hanno annunciato Rossi alla Ducati?
E come mai proprio da quella gara la M1 non vince piu'? Manca il tanto sbandierato contributo allo sviluppo di Rossi o c'e' dell'altro? Proseguite e lo scoprirete.

Ma nessuno segue Florenzano nel ragionamento quando c'e' da parlare di tecnica il massimo che gli altri possono fare e' guardare le velocita' massime, manco fosse una gara in autostrada. E infatti si imbrogliano dopo 30". La Honda va forte, si' ma Dovizioso andava quanto Spies, mentre Pedrosa sverniciava Lorenzo. Allora qualcosa non torna meglio chiedere proprio al Dovi che azzera subito la teoria dello studio:
- "Dani rialza la moto molto presto, io non ci riesco (quando c'ha provato e' volato per aria...) e' lui che fa la differenza. L'ha sempre fatta.".
Vabbe' ma qualcosa su questa Honda bisognera' pur dirla. E allora ecco che la chiacchiera da paddock diventa l'epicentro dell'intera puntata: a Puig sta sul cazzo Suppo. Et voila'!

IL COLORE DEI SOLDI

Livio Suppo c'ha fatto il callo, pero' un po' si incazza quando sente che sull'argomento interrogano Pedrosa. E che c'entra il pilota? Ma poi se anche fosse, ma chissenefrega! Il compito di Suppo e' ingaggiare piloti e sponsor. Pur di metterlo in difficolta' qualcuno arriva a dire che starebbe vendendo agli sponsor una Honda che non risponde alle promesse. Eppure la Honda ha annunciato 4 moto ufficiali per il prossimo anno. Sta a vedere che han chiesto di pagare pure a Florenzano.

Bobbiese con le sue domande a Dani fa insomma una discreta figura di merda.
- "Ma come e' possibile che non vogliate uno con cui non avete ancora lavorato?"
Dani: "...?!?"
Suppo non si scompone di un millimetro sulla polemica che definisce piu' giornalistica che reale. Per Livio cambieranno solo i colori sulle carene. Pernat non perde il vizio di sparare a casaccio, pare sia li' per far del numero e basta. Chiede se la Honda fara' un muro come la Yamaha senza dire che quel muro nacque a causa di due forniture diverse di gomme (inevitabile) e venne tenuto su per volere di un pilota. In realta' Suppo spiega che gia' adesso i piloti hanno 2 staff tecnici dedicati, e' cosi' dappertutto. Solo del muro non c'e' bisogno.

A questo punto arriva l'intervista a Dovizioso e siamo alle comiche.
E' 20 minuti che parlano di Puig, di quel che dice Puig, di quel che ha sentito Pedrosa su Puig e secondo voi lo intervistano? Macche', parlano con Dovizioso e inquadrano il manager spagnolo che parla alle sue spalle!
Ragazzi che sgoob. mancava solo un interprete dei gesti per ipotizzare cio' che si dicevano Alberto e un uomo HRC. Chissa' magari parlavano di gnocca...

L'ANGOLO DELLA U.S.L.
Si chiude con il consueto angolo dedicato ai bollettini medici. Un come sempre zerbinato Beltramo accoglie il sempre disponibile Rossi.
- "Che viene sempre anche quando perde"
Credevamo c'avesse fatto l'abitudine il buon Paolo, e' dalla 2° gara che Rossi non vince; non venisse sarebbe scomparso da mesi.
E si parla di gamba, di spalla, ma no io preferisco la coscia, eh ma qui e' tutto petto, e ci son le curve a destra, le salite, le discese, poi oh ci aggiungi anche che Brivio c'ha l'ernia al disco e siamo a posto.
Ma Rossi ne parla malvolentieri. Non gli piace snocciolare scuse sul proprio fisico, la moto poi con quell'altro e' sempre davanti. La spalla poi va sempre meglio prima delle corse e poi se non arriva il risultato e' tutta colpa della povera articolazione.
"Eh dillo che ti svegli la notte per il dolore!"
Magari si alza anche per pisciare. Ma Rossi non ci casca piu' di tanto. Sa bene pure lui che cosi' non va. Spalla o non spalla prendere quasi 30" e finire 6° non e' un bell'andare. E poi scusate ma nessuno si e' accorto che a Misano ci son tante curve a destra, pure veloci e in frenata? E come mai la' Vale fini' sul podio e un niente da Lorenzo?

ECCO IL PERCHE'
Ma noi abbiamo scoperto perche' Rossi non e' piu' Rossi, perche' ora si parla di Stoner che mette pressione a Pedrosa invece di volare fuori dall'autodromo appena uno si avvicina, perche' la Ducati ha ripreso lo sviluppo dopo che sembrava aver gettato la spugna.
A spiegarcelo e' l'uomo che ha guidato un'equipe medica in un delicatissimo intervento mai eseguito prima: il trapianto di culo.
Il Dottor Randello, ingaggiato dalla Ducati, ha risolto cosi' le inevitabili noie di non poter fare test con Rossi. Essendo il fondoschiena la parte piu' sensibile nella guida in moto a Borgo Panigale si sono cosi' assicurati la sensibilita' di Rossi prima di poter mettere l'intero pilota sulla Gp11.

Cosi' e' ripreso lo sviluppo della moto rossa mentre la M1 viene guidata da un Rossi dotato dell'insensibilita del culo secco di Stoner.
A conferma di cio' anche il fatto che ora tutti consigliano a Rossi di fermarsi per operare la spalla rinunciando alle prossime gare come fece Stoner nel 2009. Tanto che gli frega? Il suo culo continuera' a correre attaccato all'ignaro Stoner.
Insomma ha vinto Stoner ma in realta' era Rossi e non a caso Beltramo gli fa i complimenti "Ha pure vinto la tua futura moto, sei contento?". Come no, gli darei pure la coppa guarda.

Come dite e' fantascienza? Beh magari ci scappa un bel film, c'abbiamo pure la locandina pronta.

102 commenti:

  1. Della gara di ieri mi sono rimaste in mente solo due cose. La staccata di Spies su Dovizioso (che ha deciso cadendo di accontentarsi di un team privato) e il sorpasso di Hayden su Lorenzo dopo una serie di giri in cui è apparso particolarmente impiccato (premio alla tenacia).

    RispondiElimina
  2. A me piace quando a un sorpasso corrisponde una reazione. Spies e' stato spettacolare.

    RispondiElimina
  3. Hahaha... temevo non avresti più scritto sul dopogara... per fortuna mi sbagliavo.
    Una piccola considerazione sugli aggiornamenti: si è parlato di aggiornamenti sulle Ducati ma è emerso (confermato da Guarreschi) che "l'aggiornamento" altro non sarebbe che una modifica di set-up.
    Sappiamo che le GP sono moto incredibilmente factory, quindi sti aggiornamenti dove sono se hanno solo accorciato il posteriore della moto?
    Mi sbaglierò ma se non hanno variato nulla i problemi restano e semplicemente quella pista (forse per l'asfalto) è paticolarmente favorevole alle Ducati e non ci sarà trippa per gatti nelle prossime gare... che ne pensi?
    Le risposte arriveranno comunque in seguito.
    Mi aspettavo due battute in più per Suppo... ha mandato praticamente a cagare nell'ordine: Bobbiese, Pernat e Cereghini... mi ha fatto particolarmente ridere il dialogo con i primi due... Bobby non sapeva più che dire quando ha visto l'espressione di Suppo (penso temesse di prendersi del buffone in diretta) e Pernat è stato smerdato in modo "stilisticamete" impeccabile... voto 10 per Suppo.

    RispondiElimina
  4. Beh no dai ho scritto di Suppo, ma e' una polemica talmente sterile che c'e' poco da dire: se la sono suonata e cantata loro.

    Sugli aggiornalmenti: c'era una nuova carena e son state fatte variazioni sulla distribuzioni dei pesi.
    Certo non e' un vero e proprio investimento, Casey e' dalla prima gara che dice di avere problemi davanti e alla Ducati gli rispondono che la moto e' cosi' e basta.
    Diciamo che han fatto progressi.

    Poi quando arrivera' Rossi faranno un telaio per ogni pista...

    RispondiElimina
  5. Caro Boa stavolta ti sei superato, blog geniale.
    Concordo sullo staccatone di Spies, su Hayden e sullo stile perentorio di Suppo. Peraltro, a parte questi episodi, gran premio mediamente nella noia, ma ormai è così e ci tocca. Particolarmente divertente, almeno per me, è stato il siparietto con Iannone: glie l'hanno fatto ripetere tre volte, lo stesso concetto. TRE, prima l'ha detto lui e nessuno se l'è cagato. Poi l'ha ridetto stimolato da Cereghini, ed evidentemente non se lo sono ricagato. E alla fine il genio: Pernat ha ridetto esattamente la stessa cosa pari pari e loro subito "Iannone, cosa ne pensi di quello che ha detto Carletto?"
    G.E.N.I.A.L.E. sembrava un gag di Totò e Peppino, ma di quelle belle.

    RispondiElimina
  6. Sicuramente questa è stata una gara favorevole a Stoner per tanti motivi ,vuoi la modifica alla moto vuoi il fatto che è quello che riesce sempre per primo a capire come andare forte su una nuova pista ,Però ho la sensazione che la ducati non sia ancora una moto al livello della honda e yamaha ,spero di sbagliarmi, comunque mi piace vedere l'australiano vincere in quel modo.
    Boa ti sei dimenticato la gufata iniziale di Meda e Scoreggiani che quando parlavano di stoner hanno detto che aveva perso la fiducia per la scivolata sulla riga bianca nelle prova e che quindi arrivava di sicuro dietro (a Rossi speravano ).
    Poi si sono ricreduti "ovviamente" penso che di italiano ci sia rimasto molto poco in motogp a parte la ducati e c'era da nascondere il sesto (che era un settimo se dovizioso non si stendeva all'ultimo )posto di Rossi.
    Per la storia della spalla di Rossi ho sempre il mio parere , la cosa che mi sorprende di tutta questa faccenda e che Il dottore non si pone neppure il problema che a quasi 32 primavere potrebbe essere un tantino peggiorato come prestazioni assolute rispetto agli altri, che essendo decisamente piu giovani hanno potuto migliorare in questi anni ,e godono di una fiducia delle case e degli sponsor che il tavulliano non ha più a parte la cantonata della ducati con il suo ingaggio , al netto dei fatti io credo almeno 3-4 piloti ora riescano a girare qualche decimo più veloce di lui ,o perso il conto di quanti campioni abbiamo visto sfiorire a quell'età praticamente tutti i piloti che hanno vinto qualcosa (ricordo solo doohan che vinse il suo ultimo mondiale a 33 anni ma non aveva una concorrenza cosi agguerrita).
    Alla fine credo che riuscirà fare delle stagioni mediocri in ducati forse competitivo ma non da mondiale.
    Saluti
    riguardo il quarto posto di hayden non credo ci sia da sorridere molto per l'americano si beccava quattro decimi a giro dal canguro .

    RispondiElimina
  7. @ Sistema

    Nemmeno io credo che quello della Ducati sia un progresso permanente di qui alla fine. Puo' essere ma una gara e' poco per stabilirlo.

    La differenza fra un buon pilota e un "top rider" si e' vista: Hayden e' andato meglio e ha fatto 3°, Stoner pero' l'ha visto col binocolo.

    Su Rossi io credo che gli manchi motivazione. Al rientro e a Misano e' andato bene, ma nelle altre ha deluso. E' ormai stabilmente la 3° Yamaha su 4 se consideriamo ancora Edwards un pilota.
    Ma credo che col titolo in palio sarebbe un altro Rossi.

    RispondiElimina
  8. Scusate terzo posto di Hayden :-)

    RispondiElimina
  9. Per Boa ,Chissà se basterà ,Vedremo :-)

    RispondiElimina
  10. i piu' grandi nemici di Rossi sono i suoi "portaborse".

    RispondiElimina
  11. Io resto dell'idea che sia una prestazione dovuta alla pista, anche Hiden è andato meglio (senza particolari modifiche a quanto pare) e ho inteso che hanno semplicemente accorciato il posteriore scaricando un pò l'anteriore.
    Sicuramente in prossimo anno si impegneranno molto per mettere Rossi in condizioni, han puntato tutto su di lui e non me lo toglie dalla testa nessuno che Del Torchio ha fatto trapelare tutto sperando in un "anticipo pubblicatio"... mi chiedo se venderanno tanti Monster 646 depotenziati in più da giustificare gli "sforzi"... certamente le nuove linee di magliette e costumini da bagno rossi col 46 andranno a ruba!
    Per il scarso impegno di Rossi... non saprei, ha tutti gli interessi a piazzarsi bene anche se il titolo è impensabile, questa volta le Yamaha sono andate peggio del loro "normale" e più o meno le differenze prestazionali tra Lorenzo e Rossi sono invariate... vedremo l'anno prossimo che farà ma sono quasi sicuro che questa volta a Bologna han preso un pacco e dovranno trottare un bel pò per trasformarlo in un affare.
    Il "colpaccio" lo dovevano fare 7 anni fà secondo mè... a Pernat sarebbe venuto un travaso di bile...

    RispondiElimina
  12. C'e' un problema:
    L'anno prossimo in Ducati prevarra' il giallo o il rosso????
    Scoppiera' una guerra.

    RispondiElimina
  13. La Ducati, come sempre, dimostra di essere corretto verso i suoi piloti e la riprova lo si è avuto nell'ultimo fine settimana, quando ha presentato delle nuove soluzioni, pur sapendo che l'anno prossimo Stoner e parte del suo team andranno in Honda, col rischio che le usino a loro vantaggio.

    @ carlo: moto giallorossa ?
    Sempre meglio che biancoazzurra.

    RispondiElimina
  14. Bella boa, non c'è che dire, il film sul trapianto di culo è un'idea geniale!
    Quasi quasi mi fai venire voglia di seguire il dopogara su Italia 1! Credo che insieme all'intervista di Emanuele Filiberto a Lapo durante miss Italia (sostenibile per non più di 60 secondi) e il processo del lunedì, sia la perfetta dimostrazione dell'alta qualità della tv in Italia...
    Mi piace la tua analisi sul momento di Rossi e la penso come te: il prossimo anno non sarà la stessa cosa, staremo a vedere. È vero, non ha più vent'anni, ma di sorprese se ne intende.

    Carlo, è proprio vero, con quella banda di pupazzi che ti sostiene, è inevitabile che tu finisca per stare sulle balle a molti. Lo dicevo che in Italia si guarda troppa televisione.

    RispondiElimina
  15. Grazie Lob.

    Matteo io credo che il problema del davanti sia soprattutto di Stoner perche' lui prova ad andare forte anche rischiando di cadere mentre Hayden si contiene piu' nei suoi limiti, ma va piu' piano.
    E' ovvio che in questo momento un Rossi dietro a Lorenzo non e' piu' una sorpresa pero' qui e' andato peggio che a Misano dove era incollato allo spagnolo.
    E poi c'e' sempre quella titutbanza nelle prime fasi dove lo infila gente che alla resa dei conti ha un passo decisamente piu' lento.

    Io credo che in questo momento i 2 piloti Yamaha siano poco incisivi per diversi motivi: uno ha il titolo in ballo, l'altro e' mezzo sciancato e sul piede di partenza.

    In Ducati nonostante tutto c'e' un clima piu' sereno dato dal fatto di non aver nulla da perdere, ne' di titoli ne' di salute.

    RispondiElimina
  16. ma se lorenzo arrivava dietro quindi era perchè non aveva ancora diritto a parità tecnica di trattamento oppure perchè era scarso?

    O FORSE PERCHE' ERA SOLO UN UOMO CONTRO DIO??

    e se c'è il muro, come è possibile che la moto "la settava rossi"? (quindi ora non vince piu per questo, vedi tutti i commenti su sportmediaset)
    perchè a sentire i commenti è ovvio che rossi arriva dietro solo se
    a) lo penalizza la yamaha
    b) imbrogliano gli altri
    c) cade il cielo

    sembra impossibile che lui venga battuto a sentire molti. dietro ci deve esser sempre qualcosa di strano, di sporco...

    ma i nuovi piloti giovani, con le palle, nel caso di lorenzo stesso mezzo, l' infortunio, la probabile demoralizzazione non dovrebbero essere già di per se motivi validi per non vincere?

    RispondiElimina
  17. giusto boa in ducati quello che avevano da perdere l'hanno gia perso... la faccia davanti i suoi sostenitori

    RispondiElimina
  18. ma se lorenzo arrivava dietro quindi era perchè non aveva ancora diritto a parità tecnica oppure perchè era scarso?
    e se c'è il muro, come è possibile che la moto "la settava rossi"?
    perchè a sentire i commenti è ovvio che rossi arriva dietro solo se
    a) lo penalizza la yamaha
    b) cade il cielo
    c) imbrogliano gli altri

    sembra impossibile che lui venga battuto a sentire molti. dietro di deve esser sempre qualcosa di strano

    ma i nuovi piloti giovani, con le palle, nel caso di lorenzo stesso mezzo, l' infortunio, la probabile demoralizzazione non dovrebbero essere già di per se motivi validi per non vincere?

    RispondiElimina
  19. L'anno scorso dopo la parita' tecnica Rossi e' riuscito comunque a mettersi dietro Lorenzo o perlomeno a essere veloce quanto lo spagnolo.
    Quest'anno e' calato di parecchio.
    Anche prima dei 2 infortuni Jorge pareva decisamente piu' in palla.
    Credo che questo sia l'anno dove forse si intravede la fine di Rossi, vedremo se con la Ducati si riprendera' del tutto, ma al momento proprio non va e continua a smanettare sugli assetti senza trovare il bandolo della matassa, segno che pure chi lo segue e' un po' in bambola.

    RispondiElimina
  20. Ho appena letto questo commento su uno degli articoli su Sportmediaset:

    "Checa a pari mezzo ha avuto un'opportunità ed è arrivato davanti a Rossi lasciandolo dalla partenza (l'unica gara del 2004 in cui Rossi lamentava l'assenza di novità e la sua moto restava uguale a quella della gara precedente...), poi l'ha lasciato pure nel bagnato così decisero di tagliarlo fuori e l'hanno dopo arrivò Edwards che pr 10mln? l'anno dveva solo star quieto. Checa ha dichiarato di essere stato il numero1 in Yamaha fno al 2002."

    Siamo alla follia, si fa passare Checa come il fenomeno in grado di battere Rossi.
    Tra l'altro ricordo che arrivò davanti a Rossi 1 volta, a le Mans, mentre mi sfugge il riferimento alla gara bagnata.

    RispondiElimina
  21. Ma si' Checa, come Barros del resto quelle 2-3 gare buone l'anno le faceva.
    Pero' nel 2004 fece gli stessi punti del 2003 e nel 2003 non c'era Rossi alla Yamaha ma eran lui e Barros.

    Bisognerebbe chiedere all'autore di quel commento quale possa essere l'influenza di Rossi sulle stagioni 2003 dei 2 piloti che combinarono poco e che l'anno successivo fecero piazzamenti identici nonostante da una parte ci fosse Rossi campione del mondo e dall'altra Barros fosse prima guida HRC.

    RispondiElimina
  22. al solito, chi crede che rossi sia venuto dallo spazio e perde perchè lo penalizzano i cattivoni e chi invece crede che sia un pilota mediocre che ha maneggiato con chissà chi alle spalle per vincere...

    credo hai ragione boa, è arrivato in un momento dove campioni con la C maiuscola latitavano

    RispondiElimina
  23. A me sarebbe piaciuto vederlo alle prese con Doohan o ancora meglio coi precedenti americani.
    Purtroppo e' arrivato dopo quell'era e il top della sfida e' statacon... Gibernau.

    D'altro canto questa motogp che snocciola sorpassi col contagocce anche se girano a pochi decimi l'uno dall'altro rende le gare noiose anche adesso che gli avversari per Rossi abbondano.

    RispondiElimina
  24. Ricordo le prime gare di doohan , che non riusciva a stare dietro a lawson e rainey ecc , solo dopo il loro ritiro vinse a ripetizione ma senza mai dare l'impressione di avere un rivale all'altezza.
    Comunque è incredibile come la morte prematura di astri nascenti come saarinen( maestro innovatore) e Kato abbiano lasciato via libera al dominio di altri campioni come Agostini e Rossi ,entrambi italiani , per questo motivo mi chiedo quanto valgano davvero i 4 titoli di Lawson oppure i tre di rainey o i due+uno di spencer(un'altro che ha dato lezioni di tecnica a tutti, malanni a parte) :-)
    Saluti

    RispondiElimina
  25. Su Doohan perdonami ma non sono d'accordo. Sento tante volte questa storia che non vinceva mai con gli americani, ma quelle gare le ricordo bene e Mick era all'altezza eccome.
    Ebbe la fortuna di una carriera inversa a quella di Rossi: l'italiano ha cominciato senza avversari, l'australiano ha concluso in solitario.

    Ha debuttato nel 1989 venendo da moto ben diverse e in mezzo a mostri sacri, l'anno dopo ha vinto il suo primo Gp all'Hungaroring dove guardacaso era la prima volta che si correva e la sua poca esperienza pesava meno.
    Nel 1991 a parte un ritiro e' finito TUTTE le gare sul podio, ne vinse 3 e concluse 2° nel mondiale. C'erano sia Rainey che Schwantz, c'era Kocinsky, Lawson era alla Cagiva ok, pero' c'era ancora Gardner. Gli avversari c'erano e lui fu 2° solo a Rainey e qui penso si sia d'accordo tutti a dire che era il migliore.

    Nel 1992, l'anno della gamba quasi amputata domino' la prima parte del Mondiale con 5 vittorie nelle prime 7 gare, serie interrotta da ... 2 secondi posti. Tant'e' che nonostante il terribile incidente fui 2° in classifica ma che il titolo potesse essere suo quell'anno con la NSR "Big Bang" c'erano ben pochi dubbi.

    Poi e' rimasto solo e i vari Criville, Beattie (pilota cmq sfortunato), i resti di Schwantz, Biaggi, Okada e Cadalora non l'hanno nemmeno impensierito.

    Pero' e' e rimane un grandissimo che forse ha vinto piu' del dovuto, cosi' come Schwantz ha vinto meno di quanto meritasse, ma sempre un grandissimo rimane.

    RispondiElimina
  26. Nessuno può dire come sarebbe finito quel mondiale ,stà di fatto che non riusci mai a spuntarla contro di loro vinse il suo mondiale solo dopo il loro ritiro ,che era il senso del mio discorso :-).
    Nessuno nega che sia stato un grandissimo ci mancherebbe :-)
    Ma ho più stima degli altri tre .

    RispondiElimina
  27. Se non vinse il titolo contro gli americani lo si deve unicamente a quell'incidente ad Assen in una stagione dominata. Nessuno puo' dire come sarebbe finito il 1993 con Doohan a posto e Rainey fino alla fine, ma il '92 era suo.

    Pero' io non guardo solo i titoli ma soprattutto le gare e Doohan dopo un primo anno deludente (nel 1989 effettivamente non pareva all'altezza) si inseri' perfettamente nella lotta con gli americani.

    Pero' hai ragione a prenderlo come esempio perche' e' evidente come nella seconda meta' degli anni '90 i suoi avversari fossero di parecchio inferiori.
    Rossi ha cominciato da quegli avversari e ora ne ha di nuovi e feroci, un Doohan al contrario insomma.

    RispondiElimina
  28. Il giudizio su DOOHAN lo da la HONDA NSR 500, una moto così avanti rispetto alla concorrenza da vincere nel 1987 con SPENCER, 1989 con GARDNER, 1989 con LAWSON, vuoto fino al 1994 e poi DOOHAN con 5 vittorie. Quel vuoto di 5 anni pesa tanto, tantissimo se si pensa alla rusticità della concorrenza che correva con motori che in pratica erano bicilindrici 250 in tandem. Una moto così facile da permettere di far arrivare anche una schiappa come BIAGGI 2° in campionato al debutto e di far vincere anche una meteora come CRIVILLE.
    Boa, poi onestamente non capisco cosa c'entra l'accostamento di SAARINEN con AGOSTINI??? Da come ne parli sembra che la sua morte abbia in qualche modo favorito la carriera dell'italiano??? AGOSTINI era AGOSTINI da un pezzo e di SAARINEN si può solo ipotizzare un futuro da pluri-campione.
    ROSSI ha dominato perchè era semplicemente funzionale al sistema MOTOGP, ora che non lo è +(e EZPELETA sono 2 anni che racconta che è un peso per gli sponsor) semplicemente viene scaricato dal sistema e diventa l'uomo in calzamaglia, uno che riesce a rapinare in una casa fuori dal sistema un ingaggio stratosferico che basterebbe per schierare altre 2 squadre.
    Il messaggio è chiarissimo il sistema vince sempre, con ROSSI o senza ROSSI altro che avversari feroci ....
    E se credete che DUCATI pur chiudendo la SBK vincerà nei prossimi anni con ROSSI organizzate pure una bella gita a ROSWELL in cerca di ALIENI.

    A proposito dell'uomo in calzamaglia, notate bene che solo dopo aver firmato il mega-ingaggio, quindi con i soldi sicuri in tasca tramite i suoi lacchè mediatici ha fatto passare il messaggio della sicura operazione alla spalla. Ad una certa età è giusto pensare anche alla salute ...

    RispondiElimina
  29. 11.21
    1985 spencer, 1987 gardner, 1989 lawson

    RispondiElimina
  30. Scusate se è OT, ma vorrei un vostro parere che so avere una certa autorevolezza.

    Parliamo di SCIE. Io ho una moto che paga 7, 8 km da quella del mio rivale. Devo fare una gara in una pista che ha 1 km di rettilineo. La moto avversaria è piu potente.
    Io che praticamente non perdo nulla nel tratto guidato, prendo 3, 4 decimi dall'ultima curva al T1. Allora decido di sfruttare al massimo la scia nel rettilineo per evitare questo gap, e non guidare poi impiccato nel guidato per recuperare quei decimi.

    Come imposto le marcie???

    Adesso vi svelo l'esempio: LOSAIL, 2010, ROSSI e STONER. Volevano sfruttare la scia di stoner, ma è caduto dopo 3 giri. Strategia andata a p.....ne.
    Perchè ha consumato di piu?? da qui è partita la grande discussione con degli amici.
    Loro sostengono: RAPPORTI PIU CORTI, per uscire dall'ultima curva e potergli stare attaccato. Senza stoner rapporti corti consumi maggiori.
    PER ME NON E' COSI.
    E sono arrivato a questo: rapporti normali, ma 6sta piu lunga..facciamo anche 5° dai.

    -o l'effetto scia è ininfluente fino almeno alla 4° marcia --> e allora urge mettere rapporti un pelo piu corti, e 6sta piu lunghetta

    -o l'effetto scia è importante gia dalla 2° marcia,diciamo 3°, e allora occorre allungarle un peletto tutte (dalla 3° in su).

    RispondiElimina
  31. Mah! Uno che vince 5 anni di fila e dopo che si è mezzo maciullato una gamba merita tutto il mio rispetto, avversari o non avversari, moto o non moto. Va bene che la NSR andava a mille, ma come dice Boa Doohan non scherzava veramente una mazza pure lui.
    E gli avversari non saranno stati dei draghi, ma nemmeno delle mezze seghe..........

    RispondiElimina
  32. Non scommetterei sul mondiale di rossi in ducati manco se fosse solo lui a correrlo , magari saarinen poteva soffiargli il mondiale del 75 , il discorso era ,che a volte i grandi campioni che hanno vinto tantissimo hanno anche giovato di qualche sventura altrui e quando qualche rivale muore , indubbiamente la vita è più facile per chi rimane ,Non sei d'accordo lanfry??? :-)
    Se avessi letto meglio i post precedenti capiresti che quasi nessuno qui la pensa tanto diveramente da te .Biaggi aveva i suoi difetti che gli hanno impedito di vincere molto di più di quello che ha vinto, ma non mi permetterei mai di definirlo una schiappa.

    RispondiElimina
  33. 01.58
    SISTEMA a me sembrava di aver letto benissimo.

    Quando BOA scrive:

    "Ebbe(DOOHAN) la fortuna di una carriera inversa a quella di Rossi: l'italiano ha cominciato senza avversari, l'australiano ha concluso in solitario"

    come lo interpreti???

    Sul discorso delle sfighe sono d'accordo, basta pensare a questo signore che se non avesse insistito per almeno 10 anni sarebbe passato come un fallito dell'enduro:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Mika_Ahola

    RispondiElimina
  34. Lanfry Saarinen e Agostini non li ho citati io, rivolgiti a chi ne parlava. Io ho parlato di Doohan.

    Per me era forte quasi quanto gli americani, era a battagliare li' con loro e per quanto riguarda la NSR tu la fai semplice ma ci fu un percorso notevole e una bella battaglia fra Bugess e la Casa per fare le cose in un certo modo, poi un giorno magari ne parleremo, ma non era un'astronave.

    Mi limito a considerare che Doohan battagliava prima con Schwantz, Rainey, Lawson e Schwantz.
    Dopo si e' trovato: Cadalora, Beattie, Criville, Okada, Biaggi, Checa, Barros.

    Rossi quando e' arrivato si e' trovato gli ultimi 3 come massima espressione della 500 assieme a Roberts Jr, Gibernau e Capirossi.

    Ora se tu mi vuoi dimostrare che Cadalora, Biaggi e Criville eran forti come Rainey Schwantz e Lawson avanti pure. Sono curioso...

    RispondiElimina
  35. "per quanto riguarda la NSR tu la fai semplice ma ci fu un percorso notevole e una bella battaglia fra Bugess e la Casa per fare le cose in un certo modo, poi un giorno magari ne parleremo, ma non era un'astronave."

    verissimo, tra l'altro Spencer agli esordi di questa moto spesso richiese alla Honda la vecchia NS 3 cilindri...che andava più forte! (era meno potente si, ma più guidabile....).
    Del resto anche il suo successore in Honda, Gardner, al primo assaggio della NSR nei test 1985 disse testuali parole sulla suddetta moto: "è una cagata pazzesca" (non è ironico, lo disse davvero).
    E come ha scritto Boa ci volle non poco per far diventare la NSR la 500 leggendaria che ora tutti conosciamo, e pensate che in quegli anni dominava la..... Yamaha. (dove sono quelli che dicevano che la Yamaha l'ha resa una casa vincente Rossi?)

    RispondiElimina
  36. Il problema fondamentale della NSR 500 era l'unico albero motore invece dei 2 (controrotanti) adottati da Yamaha.
    La Honda provo' prima facendolo girare contrario al senso di marcia col risultato che la moto aveva la tendenza ad allargare aprendo il gas.

    L'ingaggio di Lawson non ebbe grandi effetti immediati sullo sviluppo della moto: era gia' fatta quando arrivo' e se ne ando' prima che venisse fatto qualcosa suggerito dall'esperienza della stagione 1989. La moto quindi che lo condusse al titolo era sempre e comunque un cavallo imbizzarrito dalla guidabilita' tutt'altro che facile. Mat Oxley che la provo' a Suzuka disse che c'erano moto stradali migliori. Alla prima sessione la moto sbacchettava cosi' tanto da smettere di cercare di buttarlo giu' solo in sesta.
    Dopo aver sistemato l'ammortizzatore di sterzo in maniera che smettesse di scuotere si ritrovo' una moto che andava solo dritta.

    Nel 1990 la prima rivoluzione: scoppi a 180° come Yamaha, cioe' come 2 bicilindrici accoppiati.
    Nel 1991 il telaio venne fatto come volevano Doohan e Burgess i quali poi da tempo chiedeva guidabilita' invece dei cavalli continuamente tirati fuori dalla HRC. Poi nel 1992 arrivo' finalmente il Big Bang che in 65°-70° faceva tutti gli scoppi.
    E qui arrivo' la soluzione casuali ai problemi che sin dal 1984 affliggevano la moto: gli scoppi irregolari richiedevano un contralbero e cosi' finalmente la moto divenne immune dall'effetto giroscopico. E son passati OTTO anni per capirlo.

    Ora voi direte: e da li' e' stato solo questione di aggiornare la moto. Invece no. La Honda ha cominciato a sviluppare l'iniezione, a stravolgere la ciclistica continuamente al punto che dal 1994, forte del titolo, la coppia Doohan-Burgess chiese di lasciare la moto com'era. Rifiuto' sistematicamente di usare tutta una serie di novita' che avrebbero potuto fare della NSR la prima motogp: controllo trazione, sospensioni attive, iniezione d'acqua per raffredare l'aria in ammissione, anti impennamento.

    A meta' anni '90 la NSR era effettivamente la moto voluta da tutti. E allora a smarcarsi fu Mick che chiese di tornare al motore a 180° (lo screamer). Lo fecero provare a tutti gli ufficiali ma solo lui lo tenne per le gare, Criville si trovava meglio col "Big Bang".

    Mi sembra che dire che ha vinto solo perche' aveva la NSR dopo un percorso del genere durato oltre 10 anni, con variazioni della V, serbatoio sopra poi sotto poi ancora sopra, con carburatori dietro e in mezzo, col lo scarico davanti o dietro, con sempre quel cavolo di albero singolo che variava il comportamento del telaio a seconda che si desse piu' o meno gas e infine con un impegno Michelin non sempre diretto, mi sembra infine una semplificazione un po' forzata.

    RispondiElimina
  37. dva, era tanto malvagia che infatti SPENCER ci ha vinto un titolo nello stesso anno.

    RispondiElimina
  38. io parlo del 1984, l'anno di debutto della NSR, quell'anno il titolo lo vinse Eddie Lawson su Yamaha.

    "The NSR has been the butt of many a paddock joke during the 15 years and four months since its GP debut in March 1984. Some debut - the bike's carbon-fiber rear wheel collapsed, hurting Freddie Spencer and putting him out of the race. An ignominious beginning and there was plenty of sniggering from Honda's rivals around Kyalami that weekend.

    Three weeks later Spencer won the bike's first success in Italy but the V4 was still one hell of a handful. So much so that he begged for his beloved three when he got to the twisty Nurburgring. HRC raced back to their Belgian HQ overnight to dig an old NS out of the corner of the workshop and Spencer won the race. A major embarrassment for Honda because Japanese factories never go backwards: new is always better."

    RispondiElimina
  39. Pretendere una vittoria al debutto per casa che aveva una storia si gloriosa ma con il 4 tempi sarebbe troppo ...

    Che la tecnica motoristica HONDA superasse le qualità globali della guidabilità della moto non è solo una caratteristica della 1 honda NSR, anche la 500 4 tempi vittoriosa con HAILWOOD sembrava non essere stabile nemmeno in rettilineo e a detta di chi ebbe la fortuna di provarla aveva bisogno di tutto lo spazio trasversale del rettilineo.

    RispondiElimina
  40. BOA se vuoi semplifico ancora di +, CADALORA ha vinto 2 mondiali in 250 e ha un debutto con risultati nei suoi primi anni in 500 invidiabili, SWANTZ ha un approccio alla 500 imbarazzante e 1 titolo guadagnato per disgrazie altrui.
    HONDA negli anni 80 aveva iniziato quel magico periodo di vittorie mondiali che avevano origine in un reparto R&D forgiato dalle corse in varie discipline e con risorse economiche non alla portata degli altri concorrenti, e il rifiuto di DOOHAN a controllo trazione o altro per me spiegano meglio di 1000 giri di parole quanto le HONDA NSR500 fossero delle astronavi. Con la NSR500 i mondiali si potevano solo perdere per colpa dei piloti.

    Comunque l'iniezione d'acqua avveniva allo scarico per aumentare la contropressione nelle espansioni.

    RispondiElimina
  41. Lanfry nel 1994 tolto Doohan il titolo sarebbe andato a Cadalora su Yamaha che arrivò quell'anno secondo con....143 punti di
    svantaggio dall'australiano! La prima Honda sarebbe stata quella di Alberto Puig che manco era ufficiale.
    Nel 1995, senza Mike, il titolo lo avrebbe vinto Daryl Beattie con Suzuki, la prima HRC in quell'anno arrivò solo 4a con Criville.
    Il 1996, 1997 e 1998 furono anni imbarazzant in cui la NRS vinse l'impossibile...ma questo per diversi fattori tra cui il fatto che le altre case correvano con degli outsider, capaci di fare qualche gara buona l'anno. La stessa Honda, sempre tolto Doohan poteva vincere anche con dei piloti non certo all'atezza dell'asutraliano (vedi Criville 1999). Con chi doveva vincere la Yamaha? Con Capirossi e Cadalora? E la Suzuki? Con Russel e Beattie? L'Aprilia poteva forse impensierire con la 400cc e Reggiani? La Modenas poteva forse rompere il culo alle NSR?
    Grazie che vinceva solo la NSR: facevano categoria a parte! Era sicuramente una moto mostruosa quel periodo però sopra c'era un pilota almeno 2 spanne sopra gli altri.
    Tra tutti i piloti Honda NESSUNO poteva anche lontanamente impensierire Doohan.

    RispondiElimina
  42. Lanfry ma almeno ti rendi conto che stai considerando moto diversissime tra loro e che in comune hanno solo il nome??
    Cioe' dai stiamo parlando dell'etichetta, ti facevo un po' piu' profondo nei ragionamenti.
    Metti in comune la NSR di Spencer del 1984-85, quella di Gardner e fin li' ci possiamo pure ragionare, con quella di Lawson del 1989 e Doohan di quasi 10 anni dopo. Ignorando tutto il percorso che ha rivoluzionato la moto di continuo.

    E poi perche' dici che era troppo pretendere che la Honda vincesse subito col 2T? Guarda che la NS e la NSR erano entrambi a 2 tempi ma mentre la 3 cilindri fu subito competitiva, la 4 cilindri creo' problemi a raffica anche ai campioni tanto che (ed e' questo che contesto al tuo ragionamento) non si puo' dire che basta avere la Honda per vincere come dimostrano Spencer, Gardner e Lawson.
    Anzi si potrebbe invece dire che Lawson vinse NONOSTANTE la terribile NSR!!

    Cadalora? Cos'era Cadalora in confronto a WAYNE RAINEY eh? Io me lo ricordo Cadalora che si lamentava della moto "tutta sbagliata" dell'americano, con la differenza che uno vinceva le gare e l'altro no.

    Continui a contare i titoli ma non le gare e non tieni presente che Cadalora non si e' mai schiodato dalle 2 gare ottime a stagione e il resto merda liquida.
    Il tanto millantato (da te) Kevin ne ha vinte 5-6 per 3 anni di fila e ben 4 nell'anno in cui vinse il Mondiale. A Cadalora non basto' una carriera per vincere quanto Kevin. Nelle 3 stagioni, ripeto TRE da ufficiale Yamaha vinse quanto Schwantz nel solo 1989 anno in cui non fu campione del mondo. E stiamo parlando di uno che non vinse il titolo quell'anno e correva con una Suzuki e non con la Honda.

    Cadalora vinse 2 mondiali 250 (che in 500 valgono zero), quando passarono alla categoria superiore TUTTI quelli che gli avevano dato paga gli anni precedenti. Batte' in pratica solo Bradl e Cardus, gente che metteva dietro anche prima.

    Se questo era il dimostrare che Cadalora valeva uno Schwantz attendo con ansia un Barros VS Rainey o un Checa VS Lawson AHAHAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  43. Ti faccio una semplificazione anch'io: com'e' che uno vince 2 gare l'anno in cui pare imbatibile e nelle altre colleziona dei 4°-5° e 7° posti?

    E' tutta li' la differenza fra il campione che magari quando non vince va sul podio o lotta per la vittoria e chi invece e' in un qualche modo inferiore ed e' competitivo solo a tratti.
    Se con lo stesso materiale e' vincente 2 volte si e 10 no allora il problema e' il pilota.

    RispondiElimina
  44. Per me CADALORA rimane un talento inespresso in 500, si sono dovuti attendere 3 lunghi anni prima che SWANTZ potesse shiodarsi dalle 0 vittorie e ne ottenesse le 2 annuali dell'italiano, lungimiranza della SUZUKI??? Poi non è facile liquidare un CADALORA come uno che si "lamentava" a differenza dell'altro che con gli stessi mezzi vinceva i mondiali, fare il 2 di RAINEY non era facile per nessuno nemmeno per SWANTZ che ha dovuto attendere l'incidente per diventare campione del mondo.
    Peggio ancora per DOOHAN che ha dovuto attendere che tutti gli americani sparissero per dilagare e poter vincere i suoi 5 titoli di fila.

    RispondiElimina
  45. Ma come fai a trascurare il fatto che uno correva con la moto campione del mondo gestita dal team campione del mondo mentre l'altro era entrato facendo parte dell'avventura Suzuki al rientro dopo diversi anni??

    E con che risultati? Che dopo il buon esordio non e' mai andato tanto piu' in la sia come numero di vittorie che come piazzamenti. Mentre Kevin con una Suzuki che meglio della Yamaha non e' mai stata ha vinto molte piu' gare mentre Cadalora e' arrivato spesso a distacchi tipo 30".
    Nel 1994 addirittura gli arrivavano davanti a volte le Cagiva!!

    Rendiamoci poi conto che se una gara arrivi 2° poco distaccato o vinci e quella dopo 7° o 9° non puoi dare la colpa alla moto. Significa che il potenziale del mezzo c'e', ma non viene sempre sfruttato e non che e' un talento inespresso.

    RispondiElimina
  46. Ah dimenticavo che poi uno conosceva gia' le piste dopo 3.000 anni di 125 e 250 l'altro era all'esordio assoluto.

    RispondiElimina
  47. Oh sorry, dimenticavo un altro apputino-ino-ino.
    Non e' che Cadalora fosse secondo di Rainey e basta.

    Era molto piu' indietro. E poi perche' Schwantz vinse quel titolo per disgrazia e Cadalora manco con tutte le disgrazie di 'sto mondo e' riuscito a vincerlo???
    Per non parlare del figurone da campione in SBK: arriva e dice subito che la moto va male. Eh si', andava a 2 cilindri.
    Poi arriva Bayliss...

    RispondiElimina
  48. Oddio poi mi costringi ad andare indietro e trovo ancora piu' falle nei tuoi post, ma non e' possibile! Ma qualcuno ti ha rubato il nickname?

    E' vero che Cadalora centra la vittoria al primo anno. Prima stagione si' ma DECIMO gp.
    Schwantz (si scrive cosi') non ha atteso 3 anni bensi' 2.
    La prima stagione 4 gp, due conclusi.
    La seconda stagione solo 3, tutti conclusi.
    Alla terza stagione vince... IL PRIMO GP.

    Totale gare 500 prima di vincere:
    Cadalora 9
    Schwantz 7 e manco consecutivi.

    beh che dire?

    RispondiElimina
  49. beh che dire?

    Stagione 1989:

    1° posto:
    Lawson con 4 vittorie.

    2° posto:
    Rainey con 3 vittorie.

    3° posto:
    Sarron con 1 secondo posto.

    4° posto:
    Schwantz 6 vittorie, 3 secondi posti, 9 pole position e 6 ritiri :(

    Schwantz non correva per vincere i mondiali ma era un mito ed era amato per questo ;)

    RispondiElimina
  50. "Beh che dire?"
    Che bisogna ripartire da DOOHAN e dalle frasi di BOA:

    "Ebbe la fortuna di una carriera inversa a quella di Rossi: l'italiano ha cominciato senza avversari, l'australiano ha concluso in solitario."

    "Mi limito a considerare che Doohan battagliava prima con Schwantz, Rainey, Lawson e Schwantz.
    Dopo si e' trovato: Cadalora, Beattie, Criville, Okada, Biaggi, Checa, Barros."

    Nelle frasi mi era sembrato di notare un "disprezzo" per i secondi come CADALORA e BIAGGI, ed è a questo punto che ho fatto notare che secondo me DOOHAN era di molto inferiore a quegli americani perchè aveva il missile NSR sotto il culo e che anche CADALORA ha avuto un debutto nei primi anni di carriera con risultati migliori anche a quelli di uno SCHWANTZ preso a modello di paragone per le non vittorie di DOOHAN.
    D'altronde SCHWANTZ ci ha messo appena 5 anni per arrivare 2° in campionato mentre CADALORA lo era il 2° anno, ma qui mi è stato risposto che questo era per merito della conoscenza delle piste in 125 e 250. Ma non si era appena finito di dire che i mondiali in 250 non contavano nulla???
    Questo è il ruolino di marcia di SCHWANTZ: 1983 debutto 22° e poi 16°,8°,4°,2°,3°,4°,1°,4°,15° e pur concedendogli tutti i meriti per la spettacolarità del suo modo di guidare mi sono chiesto perchè venisse considerato un problema per la carriera di DOOHAN mentre CADALORA era uno scarsone, un non avversario nonostante un debutto che SCHWANTZ poteva solo sognare.
    Io non paragono CADALORA a SCHWANTZ che comunque i risultati lo consegnano alla storia come inferiore a SPENCER, LAWSON e RAINEY, ma non accetto che DOOHAN abbia come attenuante quella di aver perso contro uno SCHWANTZ(e la SUZUKI), aveva sotto il culo quello che io considero il missile NSR500 e ha dovuto aspettare 6 anni e il termine della carriera di tutti gli americani buoni e meno buoni per vincere.
    Poi con quel super-missile di NSR500 ci ha vinto anche CRIVILLE , ROSSI ha perso nel 2000 ma si è rifatto nel 2001 consegnandola alla storia come massima evoluzione della tecnica a 2 tempi.
    Da tutto quello che si è scritto ho però capito che i 2° e i 3° posti non contano nulla, tanto + se sono di italiani che hanno vinto in 250 + di 2° volte e non si chiamano ROSSI. Dopo aver fatto un post sull'amatoriale MERLIN mi sembra un bell'esempio di coerenza .....

    RispondiElimina
  51. Disprezzo? No e' la constatazione che i primi anni di Doohan sono stati in mezzo a gente fortissima che ha fatto la storia della 500 mentre i suoi ultimi avversari non l'hanno fatta.
    Se pure tu dici che Doohan ha dovuto aspettare il ritiro degli americani non stai forse dicendo che gli avversari successivi erano meno forti?

    I mondiali 250 non contano nulla in 500. Ci sono stati tanti piloti fortissimi nelle cilindrate minori che in 500 non andavano. Se parliamo quindi di 500 non me ne frega un cazzo dei titoli 250 e 125.

    Pero' un conto sono le opinioni e un conto le omissioni.
    Tu stai paragonando Schwantz con Cadalora e non leggi o non capisci. Kevin ha fatto 4 gp con la vecchia RG 500 Gamma come quella di Uncini e Lucchinelli che era roba vecchia pure per i privati nel 1986. Correre come wild card ogni tanto per un pilota impegnato con ben altre moto in America non puo' essere paragonato a uno che esordisce con la moto campione del mondo.
    Alla prima stagione completa ha fatto centro al primo Gp.

    Ti ho dimostrato (a te perche' per chiunque altro manco ce ne sarebbe bisogno) che Kevin ha cominciato a vincere dopo meno Gp, ne ha vinti di piu' sia in carriera che per stagione e tu tiri fuori piazzamenti di campionato quando ti hanno appena scritto che nel 1989 fu si' 4° ma con 6 DICO SEI VITTORIE che Cadalora in 500 ha messo insieme in TRE STAGIONI nel team Roberts.

    Ti ho anche dimostrato che Doohan comincio' a vincere contro gli americani diversi Gp prima del Big Bang. Cosa vuoi di piu'? Che ti dica che il tuo Massimino Biaggi e' piu' forte di Doohan? Che Rossi vince per volere della DORNA?
    Spiacente ma nemmeno da ubriaco penso delle cose simili.

    Parli a me di coerenza quando tu stesso dici che Doohan ha cominciato a vincere i mondiali dopo il ritiro degli americani.
    Embe' e io che ho detto? Che Doohan dopo gli americani si ritrovo' avversari inferiori.
    E' la stessa cosa solo che tu per difendere Biaggi dai tutto il merito alla moto.

    Se sta bene a te ... :))

    Infine:
    non tirare dentro il mio amico Merlin che non ho mai e ripeto MAI sentito dire che chi va piu' forte non sia bravo. E che corra con una moto originale lo sottolineo io, lui manco ne parla, per lui va bene e basta, figurati.

    Lui ha rispetto per chi vince, perche' le moto da sole non vanno. Tu invece fai le pulci a Rossi e Doohan per elogiare chi arrivava loro dietro.

    RispondiElimina
  52. E poi se vuoi "flammare" aspetta l'articolo di DVA che e' tifoso di Biaggi.
    Io ne ho letto un pezzo e promette bene :))

    RispondiElimina
  53. Ancora non hai capito: io parto dal pensiero che la HONDA NSR500 e il team di DOOHAN fosse il migliore esistente nel mondo delle corse, che al confronto con la tecnologia HONDA tutte le altre moto sembravano ferme al periodo DKW e alla sua massima innovazione dello scarico a espansione.
    Che DOOHAN nonostante tutto questo patrimonio tecnologico ha avuto uno sviluppo tardo simile a quello di PEDROSA(5 anni) ma la fortuna o i favori del sistema gli hanno consentito di rimanere per altri anni 5 anni e quando si è confrontato con piloti giovani come CADALORA al debutto in 500(3°,2°,3°,3°) con moto nemmeno paragonabili alla sua astronave ha avuto gioco facile. Ma tu ritieni la moto non sia importante perchè è tutto merito del pilota, DOOHAN è un grande come ROSSI che sembra abbia avuto come unico avversario GIBERNAU. Stessa moto-astronave ma in un team di riferimento e arrivava davanti ad uno che finiva 16 con la SUZUKI nel 2000 vinto da ROBERTS.
    Certo che faccio le pulci a ROSSI e DOOHAN, perchè senza una grande moto e una grande squadra non vince nessuno, in questo ROSSI è onestamente superiore a DOOHAN capace di perdere per 5 anni contro avversari con moto e squadre inferiori.

    Certo che io elogio chi arriva dietro quando i mezzi sono inferiori o mi puoi dimostrare che CADALORA e BIAGGI abbiano avuto mezzi migliori di DOOHAN e ROSSI????

    E cosa ne pensi della sicura vittoria di LORENZO quest'anno??? VALE o non VALE??? Cosa ne pensi di quelli che arrivano dietro da una vita come PEDROSA,DOVIZIOSO,MELANDRI dei debuttanti allo sbaraglio come SIMONCELLI oppure dei dinosauri alla CAPIROSSI???

    E io non devo "flammare" con l'articolo di DVA, mi girano troppo le palle per la mancanza di possibilità per i giovani italiani di arrivare o rimanere nelle squadre ufficiali che lascio che sia BIAGGI a "flammare" per se stesso e per quello che ha realizzato.

    Al massimo gli invidio la figura di sportivo che con determinazione estrema a 39 anni si "ciuccia" ancora 2 gare in una stessa giornata meglio di un giovane.

    RispondiElimina
  54. Ottima discussione! Ho appreso cose nuove.

    Boa, e gli altri: nel 2000 la moto migliore era la YAMAHA??? perchè qualcuno, autorevole, lo sostiene.

    RispondiElimina
  55. Lanfry guarda che stai dicendo esattamente cio' che sostengo anch'io. Tu parti dalla moto io considero i piloti ma la conclusione e' la stessa.

    Se per te la NSR era cosi' superiore, come mai Rainey, Lawson e Schwantz arrivavano spesso davanti a Doohan mentre Cadalora, Biaggi e Criville erano al contrario piu' frequentemente dietro Doohan?
    Forse allora cosi' scarsone non era e comunque gli ultimi avversari erano piu' scarsi degli americani.

    Aemme
    Al di la' che la YZR nel 2000 fosse inferiore alla NSR va detto che Biaggi quell'anno fece schifo per oltre meta' stagione: prime 10 gare 2 QUARTI posti.
    La Yamaha l'avevano anche McCoy (1 vittoria e un 2° posto) e il suo compagno Checa (4 secondi posti) e Abe (1 vittoria e 2 volte secondo) sempre considerando le prime 10 gare in cui Max non fece meglio di 4°.

    Poi comincio' da Brno ad andare un pochino meglio ma la maggior parte dei punti li butto' via lui non la moto.

    Comunque si torna sempre li': c'e' gente che per difendere Biaggi tira merda e sminuisce i vari Rossi, Doohan, addirittura Schwantz. Che volete che vi dica? Continuate a tifare Biaggi ma non tirate in mezzo gli altri piloti nelle discussioni, non conviene molto.

    RispondiElimina
  56. Boa, io sto chiedendo della moto, a titolo di conoscenza storica piu approfondita. Proprio non mi interessa di costruire teoremi per dimostrare che Biaggi fosse SOLO penalizzato dalla moto che aveva :).
    Tornando al discorso moto, allora , come sostieni che la NSR fosse superiore, con quali argomenti anche tecnici? Grazie :)

    RispondiElimina
  57. In realta' non sostengo io ma Lanfry che la NSR fosse di parecchio superiore alla concorrenza.
    Di certo c'e' che era piu' potente ma per molti anni la scelta di un unico albero motore aveva penalizzato la manovrabilita'.
    Come detto in precedenza fu la soluzione a un altro problema a risolvere quello dell'effetto giroscopico.
    Il Big Bang coi suoi scoppi ravvicinati produceva vibrazioni che rendevano necessario un contralbero il quale mitigo' l'effetto giroscopico dell'albero motore migliorando la manobrabilita' della moto.

    Tuttavia va detto che pure Cadalora quando passo' alla Honda "clienti" diceva di rimpiangere l'equilibrio e la maneggevolezza della Yamaha.
    In buona sostanza (e concludo) credo che cosi' come si dice spesso di dover considerare i piloti a parita' di moto, beh andrebbero considerate anche le moto a parita' di pilota e questo e' ovviamente piu' difficile se non impossibile nella stessa stagione.

    Si potrebbe pero' tenere conto anche di altri due fatti: Motosprint a quei tempi (2000) pubblico' un servizio in cui si dimostrava che senza Doohan i tempi erano saliti, come se il non dover piu' inseguirlo avesse "rammollito" i suoi avversari benche' moto e gomme venissero comunque migliorati.
    Altra testimonianza lo stesso Rossi che, osservando la telemetria di Mick Doohan, dichiaro' che con quella moto lui certe cose non riusciva a farle.

    Stesso discorso di puo' fare pure con la Yamaha che in mano a Rainey e Lawson era certamente piu' competitiva e continua che in mano a Cadalora, Checa e Biaggi o addirittura la Suzuki RGV che solo in mano a Beattie replico' prestazioni degne come ai tempi di Schwantz e perche' no pure la Cagiva che ebbe le sue annate migliori in mano a Lawson e Kocinski.

    La Honda dalla fine degli anni '90 era anche la moto piu' diffusa tra i team privati e certo questo contribui' con tanti piloti ad ottenere piazzamenti molto ben distribuiti.

    RispondiElimina
  58. Boa, DOOHAN non ha mai vinto contro i 3 americani perchè nonostante la moto che io ritengo superiore era ovviamente lui inferiore, contro CADALORA ha corso con moto diverse tranne un anno dove CADALORA ha corso con la HONDA KANEMOTO, contro BIAGGI solo 1 anno con la stessa sigla di moto ma in condizioni di team molto diverse(sempre KANEMOTO).
    CRIVILLE lo puoi confrontare direttamente ma CADALORA e BIAGGI proprio no.
    Il problema del 2000 da risolvere non è perchè BIAGGI abbia fatto schifo ma perchè ROSSI con una moto al culmine dello sviluppo e con 20cv in + rispetto ad una SUZUKI ferma allo sviluppo di UNCINI-LUCCHINELLI non abbia stravinto in quell'anno.
    E poi perchè pensi che se uno divide i meriti tra moto e pilota spala merda su ROSSI per difendere qualcun'altro????
    Quel ROSSI che per volere del team CAGIVA/LUSUARDI/Papà ROSSI e tutto il cucuzzaro rubò il suo primo titolo a CRUCIANI con l'inciucio DELLINO?????
    ROSSI è dunque intoccabile??? Intoccabile tanto da definire non avversari i piloti contro cui ha corso??? Addirittura l'unico avversario GIBERNAU!!
    GIBERNAU 16° con la SUZUKI di ROBERTS e 2° con la HONDA ex-KATO simil ROSSI .....
    Perlamiseria quanto valeva quella motoretta che tu tenti di far passare per una "sola" ...
    Se io costruisco teoremi per alleggerire gli insuccessi di CADALORA e BIAGGI tu raddoppi/triplichi il "secondo nel polso" di ROSSI diagnosticato dai comparuzzi MEDA-REGGIANI.
    Con la tua disanima accesa su FUORIGIRI/CEREGHINI/BOBBIESE mi avevi ingannato in merito alla tua imparzialità, ma è bastato pochissimo per capire che a te ROSSI piace e tanto, tanto da dimenticare che nello sport dei motori si vince insieme e si perde insieme.
    Tanto da dimenticare che nelle corse vince solo 1 e se i numeri 2 sono dei non avversari allora che sapore ha la vittoria del numero 1????
    E chissà cosa correranno mai a fare gli ultimi della fila????

    RispondiElimina
  59. @BOA. Guardando l 'annata 2000 , piloti come Abe, e altri yamaha fecero ottimi piazzamenti.
    Le Honda, a parte Rossi, stavano dietro. Questo si puo spiegare? Se la NSR era superiore alla Honda , NEL 2000,come lo si spiega? Forse era una moto difficile, mentre la yamaha, meno cavalli, ma globalmente piu efficace?
    Quindi alla fine ha ragione chi sostiene che nel 2000 la Yamaha fosse superiore.

    RispondiElimina
  60. Lanfry, mi sembra che Boa abbia solo detto, tra le altre cose, che facendo confronti incrociati tra i risultati nei vari anni e con le varie moto, Doohan, Valentino e Scwantz gli sembrano un po' superiori a Biaggi, Cadalora e Criville.
    Mi sembra un parere personale, abbastanza ben argomentato e come tale rispettabile. Tu, partendo dagli stessi dati, fai deduzioni del tutto opposte, ma il tuo parere è rispettabile al pari del suo. Vogliamo fare i talebani e lapidare chiunque non la pensa come noi?
    A me Boa sembra in buona fede e soprattutto coerente, ha sempre detto di ammirare il Valentino pilota, ma di provare profondo disgusto a certi atteggiamenti fuori dalle piste, soprattutto del mondo artificioso che ci gira attorno. E soprattutto il fatto che a turno faccia incazzare sia i Rossisti che i Biaggisti, mi sembra un buon indizio di oggettività.

    RispondiElimina
  61. Il difetto di Kevin? Avere un nome polacco che ha un sacco di consonanti che non si sa mai dove mettere.

    RispondiElimina
  62. mwinani, siamo partiti da qui:
    "(doohan)ebbe la fortuna di una carriera inversa a quella di Rossi: l'italiano ha cominciato senza avversari, l'australiano ha concluso in solitario."
    A me non sembra di poter leggere che Doohan e ROSSI siano un pò superiori a CADALORA e BIAGGI, si parla di una cosa diversa di non avere avversari, praticamente di correre contro degli 0.
    Ma per arrivare a quel livello ci sono voluti 5 anni di militanza HONDA da parte di DOOHAN simili a quelli di PEDROSA in una HONDA che provò tecnicamente tutto e il contrario di tutto ovviamente con DOOHAN, una moto quindi costruita per DOOHAN non per gli altri piloti HONDA. E come sta avvenendo adesso per PEDROSA con la 800 la conoscenza e la confidenza della moto raggiunsero l'apice massimo e ci furono i 5 mondiali.
    CADALORA corse contro DOOHAN con una YAMAHA già sviluppata e BIAGGI con una HONDA privata.
    Poi con quella HONDA ex DOOHAN vince CRIVILLE e nel 2000 avviene la celebrazione della YAMAHA come moto migliore dell'anno, certo perchè se un ROSSI con una moto dal passato glorioso e con 20 cavalli in + della SUZUKI non aveva vinto poteva essere solo colpa della moto, la NSR500 misteriosamente nel 2000 scende dal podio di moto migliore per far posto alla YAMAHA di BIAGGI. Il teorema a questo punto è completo YAMAHA miglior moto dell'anno 2000, BIAGGI 3° in campionato = avversario dal valore 0.
    Da ingegnere sai che le situazioni si valutano "a parità di perimetro", stessa moto, stesso team, stesse gomme, stessa annata, uguali anni di esperienza della stessa moto e dei circuiti, assenza di infortuni permettono un giudizio critico, tutto il resto sono opinioni rispettabili quando non sono in malafede.

    Tanto per chiacchierare la RCV211 è nata per ROSSI non per gli altri che l'hanno poi solo guidata negli anni, la prima M1 è nata 5 valvole non a cilindrata piena e con i carburatori per volere dei tecnici oppure pensi che sia una scelta del BIAGGI cattivo collaudatore????

    RispondiElimina
  63. La Honda ha sempre mostrato un gran lavoro di sviluppo e di sperimentazione che spesso gli si è ritorto contro. Anche quest'anno durante i test invernali hanno dimostrato di aver azzerato il lavoro dell'anno scorso, ma poi grazie alle loro risorse si riprendono in fretta. Ho letto anche io che la Honda nel 2000 non fosse una gran moto, probabilmente hanno fatto per l'ennesima volta, il passo più lungo della gamba, ma globalmente, nell'arco dell'anno non credo che fosse inferiore alla Yamaha. Vado un po' a senso e un po' a sentimento perché quell'anno mi interessavo molto più di fig@ che di moto :-))
    Io che Biaggi si fosse fottuto con le sue mani l'ho capito subito, a fine 98, quando più per ripicca e orgoglio andò con la casa dei 3 dipason. Forse gli serviva anche il lauto ingaggio per pagare la cifra pagata col il ministero delle entrate per l'evasione appena accertata (assieme a Capirossi che ha pagato quest'anno).
    Sta di fatto che dal punto di vista sportivo e della competitività del mezzo non ha fatto certamente un affare.
    Forse tutto quello che si può dire è che la YZF di quell'anno era quella più vicina alla NSR da molti anni e se c'era una chance per vincere il titolo per Max, era in quell'anno lì, visto che Rossi era esordiente (ha buttato diverse gare per eccesso di foga e inesperienza) e in Honda non c'erano altri rivali irresistibili.

    Per parlare.
    Il passaggio ai 4 tempi l'ha voluto la Honda che stava sperimentando il prototipo RCV211V da diversi anni, quindi era globalmente superiore a chiunque altro.
    E' come se dal prossimo anno in SBK, si obbligassero tutti i costruttori a gareggiare col bicilindrico 1200. Chi vincerebbe secondo voi? Il 2002 e 2003 dal punto di vista sportivo contano poco c'era la RCV211V che avrebbe vinto tutti e due gli anni anche se non ci fosse stato Rossi. Le moto le fanno i progettisti e i tecnici dei reparti corse, in base alle esperienze a ai dati acquisiti negli anni. Quindi sulle moto nuove il fattore pilota/collaudatore conta quasi nulla (vale anche nel passaggio 1000---->800, figuriamoci dal 2T al 4T). La Honda ha fatto subito una signora moto (i giornalisti che la provarono a fine anno furono tutti entusiasti per la facilità di guida che la faceva sembrare meno potente della rivale anche se in realtà era più potente e veloce), la Yamaha aveva una specie di caffettiera che affinò lentamente con gli anni. Penso che il livello fosse paragonabile alla Suzuki di 2-3 anni fa, rispetto a Honda, Yamaha e Ducati che vedo molto più vicine come prestazioni complessive.

    Come ingegnere posso dire che forse neanche quelli che sono lì e che non possono confrontare direttamente i dati, possono fare un confronto autorevole e dare dei giudizi definitivi. Figuriamoci in "chiacchiere da bar", come quelle che facciamo. Siamo onesti se premettiamo ogni nostra frase con un: "secondo me". :-)

    RispondiElimina
  64. Io ho parlato di 500, sulla prima M1 la penso come te. Ma la YZR era un'ottima moto che in mano a Lawson prima e Rainey poi ha sempre fatto bene. Perche' poi con Cadalora a te sembra che sia diventata una ciofeca a cospetto della Honda? E nel giro di pochi mesi poi?
    Ma si fa fatica a dire che Cadalora non era come Rainey? Chiedilo a Roberts!

    Continui a dire che Doohan non ha mai battuto gli americani perche' conti solo i titoli mondiali. Io guardo un po' piu' in profondita' e vedo le gare dove l'australiano andava quanto gli americani gia' dal 1990 e nelle 2 stagioni successive li ha messi spesso dietro, sia Rainey che Schwantz. Era un loro pari insomma.
    Dopo invece non ha mai avuto grossi problemi ne' da Cadalora, ne' da Biaggi e ne' da Criville.
    Tu invece continui a dire che prima era inferiore agli americani e poi vinceva solo per la moto. Boh a me pare tu stia rigirando la frittata.

    E come spieghi che poi nel 2000 invece di rivincere Criville con la NSR o Biaggi con la Yamaha ha invece vinto Roberts con la Suzuki (che non era quella di Uncini, la V4 debutto' con Schwantz) e la migliore Honda di 4 ufficiali alla fine e' stata quella di un esordiente?
    Io me lo spiego col pilotaggio. Doohan era un gran manico come gli americani, i suoi ultimi avversari non erano pippe ma nemmeno erano al suo livello di velocita' e costanza. E lo dimostrano i tempi sul giro e di gara fatti segnare dopo il suo ritiro quando l'asticella si abbasso' drasticamente.

    RispondiElimina
  65. Rispondevo a Lanfry.

    Mwinani, il discorso sulla competitivita' della moto viene a cadere quando vedi che un pilota e' particolarmente altalenante mentre i piazzamenti della moto con altri non lo e'. E' cio' che accadde nel 2000 dove se prendiamo sempre la migliore delle Yamaha arrivava il titolo per la Casa di Iwata.

    RispondiElimina
  66. Boa.. allora sta yamaha nel 2000 era superiore alla honda o no?

    RispondiElimina
  67. E chi lo sa? Puo' pure essere stata meglio, pero' i suoi piloti hanno alternato ottime prestazioni ad altre pessime. Il potenziale per vincere c'era. E' stata la moto che globalmente piu' piloti han portato sul podio (Abe, McCoy, Biaggi e Checa) solo che magari la gara dopo eran settimi.

    Idem per la Honda. Ma come non era il super-siluro che qualunque idiota poteva portare alla vittoria? Eppure alla fine quello andato meglio e' stato Valentino che era esordiente in 500 perche' sia Criville che Gibernau han fatto cagare.

    La moto non conta se non la sfrutti per l'intero suo potenziale. E questo vale a tutti i livelli.
    Se un pilota con quella moto vince un Gp puo' vincerne altri perche' il mezzo c'e', non stiamo parlando di moto che giravano a 4" di differenza.

    RispondiElimina
  68. Well! ;)..

    Posso farti una domanda tecnica? che esula dalla storia del motociclismo?

    RispondiElimina
  69. Discussione accesa...
    Forse sarebbe meglio non scrivere nulla per evitare di scaldare ulteriormente il clima.
    Naaaaaaaaaaa
    Vorrei esprimere la mia opinione riguardo al 2000.
    In questo post, così come in altri, ho notato (anche se posso aver capito male) che a Rossi si rimprovera il fatto di non esser stato capace di vincere con la moto migliore, il team migliore, arrivando "addirittura" ad interrompere la lunga striscia positiva della Honda. Non credo che molti piloti, arrivando da una classe inferiore siano riusciti a vincere un mondiale all'esordio (un mondiale, non una gara). Solo l'inesperienza, di per se, dovrebbe giustificarlo.

    RispondiElimina
  70. Si tratta di una piccola nota a margine di una discussione nella quale preferisco non entrare perchè totalmente incompetente.
    Da profano posso solo dire che Schwantz, Doohan, ... sono considerati dai più come piloti che hanno fatto la storia. A pelle anch'io penso non sia un reato ritenere inferiori Cadalora o altri. Anzi... (potrei aver frainteso però, non ho avuto particolare attenzione nel leggere tutti i commenti che si sono susseguiti).

    RispondiElimina
  71. Fai pure la domanda Aemme anche direttamente senza prima chidermi se puoi chiedere.
    Tanto poi la risposta la so o non la so, mica sono il Genio della Lampada :))

    Simone:
    e' vero che Rossi interruppe la serie positiva della NSR ma tutti dimenticano che era al suo primo anno in 500 e butto' parecchi punti nelle prime gare con un mezzo con cui non era in confidenza. Piu' colpevoli di lui pero' furono gli altri piloti Honda che avevano piu' esperienza: se fa piu' punti il meno esperto c'e' qualcosa che non va come quando fai mano col Re a tresette/trionfo.

    So anche gia' l'obiezione: "eh ma Biaggi vinse alla prima gara" si vabbe' poi quante ne ha vinte?
    Cadalora e Biaggi cominciarono bene ma furono a crescita zero nel corso degli anni in 500.

    RispondiElimina
  72. Beh, nel 2001 max secondo me ha fornito il suo picco massimo, purtroppo per lui contro un pacchetto moto/pilota piu forte di lui&la sua moto.

    La domanda è:

    Se io ho la M1, e mi trovo a Losail, e dalla Ducati becco 7, 8, 10km/h, e voglio attuare una strategia che prevede lo sfruttamento della scia della ducati, per non beccare 3 decimi a giro nel rettilineo, sul piano tecnico come la attuo?? allungato un pelo le ultime marcie, senza toccare quelle basse; oppure le accorcio tutte per uscire dall'ultima curva avendo piu accelerazione, e cosi stando piu attaccato, posso sfruttare la scia?
    Insomma, Rossi finì la benzina, Burgess disse che impostarono i rapporti per sfruttare la scia di stoner, ma questi dopo 5 giri, tirati a bomba, si è steso e la strategia è andata a farsi friggere...

    RispondiElimina
  73. Oh beh li' bisogna vedere dove sta la balla.
    La regola generale e' che devi andare quasi a limitatore nella marcia piu' lunga a fine rettilineo pero' bisogna tenere conto anche dei transitori e della "giustezza" delle marce tra una curva e l'altra.

    Secondo me pero' misero al limite il consumo per tirare fuori piu' cavalli dalla M1 e avere piu' accelerazione. Appena cadde Stoner venne su Dovizioso a contendere il primo posto a un Rossi decisamente piu' lento per alcuni giri e nel finale rimonto' pazzescamente Lorenzo.
    Mi e' sembrata quella gara un po' problematica per i consumi della Yamaha che possono essere variati elettronicamente.
    Va detto infatti che son tutti molto al limite e basta poco per ritrovarsi a piedi.

    RispondiElimina
  74. Boa non mi hai più risposto in merito a questa frase:
    "E cosa ne pensi della sicura vittoria di LORENZO quest'anno??? VALE o non VALE??? Cosa ne pensi di quelli che arrivano dietro da una vita come PEDROSA,DOVIZIOSO,MELANDRI dei debuttanti allo sbaraglio come SIMONCELLI oppure dei dinosauri alla CAPIROSSI???"

    se ti va mi piaceva conoscere la tua opinione ...

    RispondiElimina
  75. io attendo con ansia il post di DVA )))

    RispondiElimina
  76. Oddio mi hai chiesto di fare una recensione su mezzo schieramento della motogp!

    Su molti mi sono gia' espresso nel corso dei vari post di questo blog.
    Capirossi ad esempio non l'ho mai considerato un fuoriclasse, ma questo sin dai tempi in cui correva per Pons con Barros. L'ha sempre menata col fatto che lui sviluppava la moto ma poi e' arrivato uno che sin dal primo test gli dava 1". Il fatto che abbia corso con Ducati invece che con una Honda o Yamaha l'ha tenuto smarcato dai confronti diretti.

    Lorenzo invece ha dimostrato di essere fortissimo gia' il primo anno anche se esagerando aveva riportato fratture serie nelle cadute. Lui stesso disse che doveva prendere meglio le misure. Ottenuta la parita' tecnica se l'e' giocata benissimo. Pero' per me ci puo' stare che un anno vinca uno Stoner, un Lorenzo, un Rossi e perche' no pure un Pedrosa. E' gente che e' quasi sempre in lotta per la vittoria. Per me quest'anno avrebbe potuto vincere anche senza l'infortunio di Rossi.

    Pedrosa dietro da una vita me lo metti in lista con Melandri e Dovizioso? Mah per me e' di un altro livello e lo dice lo stesso Dovi.
    Al debutto rischio' di vincere la prima gara. Ha corso spesso infortunato pero' e' uno che qualche Gp lo vince sempre: nel 2008 era in testa al mondiale quando si fece malissimo. Quest'anno son partiti male ma nella seconda parte della stagione sta facendo una serie di risultati pari a quelli di inizio anno di Lorenzo.

    Attualmente per me Lorenzo e Pedrosa sono i piu' in palla, Stoner da valutare in quanto a continuita', Rossi vedremo se recupera. Si inserira' sicuramente Spies che seguo dall'AMA SBK e Dovizioso puo' farcela lavorando sodo ma ho idea che lui debba costruire i suoi successi partendo da una base leggermente meno talentuosa.

    RispondiElimina
  77. Il pezzo di DVA dovrebbe uscire domani o dopodomani (abbiate pazienza facciamo lavori ad orari assurdi) e siate prudenti nel leggerlo: fara' incazzare una marea di gente hihihihhihi

    RispondiElimina
  78. Per mè il prossimo anno sarà interessante, non mi sbilancio in ardite "misure" se non si tratta di piloti che corrono sullo stesso mezzo.
    Lorenzo và forte e sono curioso di vedere l'americano con la yamaha ufficiale.
    Rossi è il più "vecchio", ma è molto bravo. Ducati è ancora un'ottima moto e di certo investiranno tantissimo per farla diventare ancora più forte.
    Honda sembra intenzionata a tornare al vertice, Pedrosa alla faccia di chi per anni lo ha deriso, và forte.
    Stoner è il pilota per cui tifo, non mi sbilancio perchè sono di parte, sono curioso di vederlo sulla Honda ufficiale e con un compagno di squadra di così alto livello.
    Non sò voi, ma se dovessi scommettere dei denari su qualcuno proprio non saprei su chi... il 2011 sarà molto combattuto secondo mè e ogni errorino si pagherà caro per il poco margine offerto dalla concorrenza.

    Boa: cercate di non essere troppo cattivi col povero Max... daccordo sulla polemica della moto, daccordo sulle sue storiche "uscite" con i media davvero poco furbe... ma ne ha ingoiata davvero tanta di cacca, spesso per colpa di giornalisti poco corretti.
    Moralmente il modiale se lo è meritato... ottima moto ma lui ha fatto un buonissimo campionato con la testa.
    E' un pò "patacca" ma lo sono anche i piloti romagnoli, (per non parlare dei marchigiani).
    Nei periodi in cui ci ha degnato delle sue peggiori performance al microfono, era in atto una campagna denigratoria tale da fare incazzare anche un santo... figuriamoci lui che non è di "sangue freddo" (le mani nel collo... ad haga mi sembra... la famosa gomitata al marchigiano... quando pare gli abbia messo le manine in faccia "dietro le quinte"... personaggio sanguineo, poco furbo forse, ma non cattivo.
    Degli amici che per caso lo hanno conosciuto in pista, tutti lo han descritto come una persona piacevole e simpatica, nessuno che ne parli come di un montato che gira a un metro da terra... al contrario dei vari "capirex", "macho" e compagnia cantante... loro si... sono dei patacca D.O.P.

    RispondiElimina
  79. Matteo cosa vuoi che siano quelle 4 chiacchiere da bar fatte qui dentro ....

    La sai quella di Frizzi amico gay di Biaggi con la PEDRON che copriva il tutto????
    Girava nel 2005 ...

    RispondiElimina
  80. BOA, ho visto il tuo interventino su MB e devo dire che il tuo livello di rancore verso BIAGGI e idolatramento verso ROSSI mi sembra secondo in ITALIA solo a quello di MEDA.

    http://www.motoblog.it/post/26234/max-biaggi-5-mondiali-e-10-perche/2#1487013

    Ma toglitela la maglietta di quello imparziale nei giudizi!!!!

    Nel 1999 BIAGGI ebbe un incidente nel GP di FRANCIA che sicuramente non gli permise di lottare con CRIVILLE e forse gli condizionò la preparazione per il 2000.

    Anche lui aveva la "spalluccia" dolorante solo che erano le mani ...

    http://www2.raisport.rai.it/news/sport/moto/199906/03/3756c5da0453d/

    E se sei sufficente con i numeri le lunghe carriere di DOOHAN e SCHWANTZ con stesso campionato, stessa moto e stesso team danno sommando i piazzamenti annuali e dividendo gli anni una media imbarazzante ...
    A CADALORA e BIAGGI dovrebbero solo baciargli il culo queqli scarsoni!!!!

    Ma che ti è successo????? Quanto rosichi per una misera vittoria in un campionato di serie B???

    Aspetto DVA per sorridere ....

    RispondiElimina
  81. Ragazzi scusate, ma siete seri?!
    Cioè qui si discute seriamente se CADALORA era al livello di DOOHAN, RANEY e SHWANTZ ?!?!??!?!?!??!
    Guarda Lanfry tu per sorridere dovrai pure aspettare me...ma io a leggerti rido già ora ;)
    Senza offesa eh.

    peace
    L

    RispondiElimina
  82. Lanfry: mi ricordo quella "chiacchera" su Biaggi, di cattiverie ormai ne hanno dette un pò su tutti i piloti resi "antipatici" da questo genere di tifo... Stoner che corre e intanto Suppo si tromba Adriana... alcuni "giurano" che Rossi è gaio... ma stiamo ad ascoltare ste cazzate o guardiamo il motociclismo?
    Ci sarebbe da ridere se venissero fuori quelle vere... curiosamente ce ne sono delle carine proprio su chi le mette in giro ste cattiverie... quello che tra un GP e l'altro fà una capatina a trans in taylandia per esempio...
    Comunque Lanfry, non puoi crocifiggere Boa solo perchè non la pensa come tè, evidentemente avete differenti punti di vista.
    Nemmeno io sono daccordo con tutto quello che scrive, (ed è giusto così), in fin dei conti siamo tutti un pò tifosi (quindi di parte), ma non si può certo definire Gigler fazioso... scrivono su un blog perdendo tempo per passione (Meda e Co. sono pagati e "tifano" quel sistema che fà aumentare ascolti (leggi profitto)), mi pare ci sia una grossa differenza.
    Poi non capisco perchè ti incazzi, io tifo per Stoner, se dovessi incazzarmi quando si dice che "vola fuori dall'autodromo quando qualcuno si avvicina" o altre amenità, forse non dovrei cagare pari le corse, gli articoli, i blog... voglio dire, ma che te ne frega a tè, ti cambia qualcosa?
    Io mi incazzo quando apprendo di quello che percepisce più di quanto guadagnerò mai io in tutta la mia vita, che cambia residenza fiscale, (Londra, Montecarlo... fà tè...) e poi diventa Italiano quando vince il mondiale... e tutti sotto al podio con il tricolore e i mortaretti... giù a dire le cazzate del pilota italiano con la moto italiana...
    Quelli ci "danno in bocca a tutti": per lavoro fanno quello per cui noi paghiamo (profumatamente) la domenica, girano per le nostre strade, han studiato (poco) nelle nostre scuole, se si rompono li rattoppiamo coi nostri soldi nei nostri ospedali... e, onori, gloria, fenomeno, manico... poi quando porto i bimbi all'asilo scopro che i miei sono entrati per botta di culo perchè i posti erano pochi, tanti sono fuori per colpa di quegli stronzi che se le studiano tutte con i loro commercialisti (ladri come loro)... altro che "orgoglio Italiano"... e tu te la prendi se gli muovon una critica di troppo? ... ma che vadano a dar via il culo tutti quanti... di vittime li in mezzo non ce ne sono.

    RispondiElimina
  83. Io mi ricordo di quelle maldicenze, e anche di molte altre su diversi piloti, ma sai che è? Vado beatamente a culo perchè non me ne può fregar di meno.
    Tu piuttosto...ma te la prendi sul serio?
    Io non sono sempre daccordo con quello che si scrive quì, in buona parte condivido, per alcune cose ho opinioni differenti.
    Tifo per Stoner e un tempo tifavo Capirossi... se mi incazzassi perchè Boa scrive che Capirossi è un bollito (che poi è anche vero) o che Stoner vola fuori dall'autodromo quando si avvicina qualcuno, starei quì a leggere? E poi, quello che scrivono i giornalisti? Loro si che sono faziosi, hanno da difendere un qualcosa che li tocca da vicino con i loro articoli e le loro telecronache.
    Fossi in tè la prenderei con più leggerezza Lanfry... qualunque sia l'opinione dell'uno e dell'altro a tè non cambia nulla, lo sai invece a mè cosa fà incazzare?
    Che sti personaggi, che per lavoro fanno quello per cui noi paghiamo profumatamente e che vengon dipinti come delle specie di martiri se corrono con una manina fasciata, che quelli che prendon meno guadagnano in una sola stagione più di quanto io guadagnerò in tutta la mia cariera lavorativa... ce lo danno in bocca a tutti con la massima serenità.
    Si fanno la residenza a Londra, a Montecarlo e in tutti posti del mondo fuorchè nel loro paese... e noi, poveri babbei, con gli striscioni, i mortaretti e il tricolore, sotto il podio a festeggiare il "pilota italiano sulla moto italiana" , a prederne le difese se il "cattivone" gli ha dato del finocchio o del bollito...
    Ma ti rendi conto di chi stiamo parlando?
    Quando avrai 2 cinni che non entrano all'asilo perchè non ci sono i posti e tu dovrai fare i salti mortali per gestire la situazione, forse capirai che quei "poverini" tanto infamati dai media sono dei pezzi di merda ladri come i loro commercialisti e come buona parte degli industrialotti del nostro paese (la differenza è che sanno andare in moto)... almeno gli articoletti su Gigler fanno ridere indipendentemente da per chi fai il tifo... quelli di Meda manco quello.

    RispondiElimina
  84. Lanfry, se fossimo a parlare direttamente come faccio ad esempio al telefono col Put sono sicuro che non ti arrabbieresti :))

    Per il mio post su motoblog, beh non vorrei scoprire i contenuti del post di DVA, ma io non critico l'evento sportivo ma un'altra cosa.
    Ma come? Siamo tutti d'accordo nel definire da pagliaccio le scenette di Rossi e di Lorenzo e poi me le fa pure Max?

    La stessa cosa dissi anni fa di Valentino. Ma come? Prende per il culo Biaggi quando rosica e poi quando perde lui (2007 in particolare) comincia a dire che gli altri han la moto che va troppo piu' forte?

    E' la stessa cosa. Il problema e' che se hai il paraocchi del tifo perdoni tutto al prediletto e non perdoni niente al nemico.
    Siccome io di cattiverie su Rossi e Capirossi ne ho scritte parecchie son passato per biaggista e adesso che dico qualcosa su Max non sono piu' neutrale?

    Boh a me pare il contrario: confermo che nessuno di questi attira le mie simpatie che invece di solito vanno a chi fa meno polemiche e parla poco.
    Stoner e Pedrosa fanno una impennata, non fanno scenette e non fanno proclami, e' piu' difficile mi stiano sulle balle. Non me ne danno motivo.
    Poi vabbe' si spalmano piu' spesso ma fa parte di questo sport.

    RispondiElimina
  85. La cosa che mi irrita e che il vostro paraocchi non vi fà vedere che i 10 anni di DOOHAN e SCHWANTZ come piloti di riferimento di una stessa categoria di moto e di una squadra ufficiale sono un lusso concesso a pochissimi.
    E le 2 persone in questione probabilmente senza l'incidente dagli esiti assurdi di RAINEY non avrebbero vinto una beneamata cippa di nulla. Sarebbero rimasti degli eterni secondi o non ne siete convinti???? Eterni secondi come CADALORA e BIAGGI che il talento indiscusso e la provenienza dalla 250 avevano fatto debuttare nella categoria massima in maniera eccellente, nel caso di BIAGGI in maniera quasi unica, pole, vittoria e giro veloce una cosa successa solo a JARNO SAARINEEN 25 anni prima. Uno è considerato postumo un fenomeno quell'altro un non avversario, se qualcuno me lo spiega forse capisco anch'io.
    Il paraocchi bisogna che ve lo togliete e cominciate a considerare che chi investe in ragione di quanti soldi mette vuole il riscontro a fine stagione. Bisogna che consideriate che alcune cose ci sono solo per le case ufficiali e non è sicuro che ci siano per tutti i piloti. Bisogna che consideriate che oggi a parte qualche nome, forse tutti pagano per correre e non date retta a chi per onorare gli impegni di rete televisiva si dimostra solo sorpreso perchè un pilota giovane italiano che sembrava meritevole di una moto ufficiale sceglie di scendere di categoria.
    Perchè un POLITA non ha trovato un ingaggio dopo aver vinto l'europeo e CANEPA si è invece parcheggiato in MOTOGP.
    Trovate un bell'assegno e correrete anche voi, dov'è la sorpresa?? Sta succedendo da tempo in MOTOGP come in SBK e nelle classi minori.

    Avevo chiesto tempo fa cosa valeva il mondiale 2010 quasi sicuro di LORENZO, per me vale 0 e forse anche per LORENZO, perchè non è possibile far magheggi a inizio campionato con uno STONER già accasato in HONDA, la DUCATI che stuzzica ROSSI e magari LORENZO che ha già firmato per 1/4 di quello che prenderà il suo ex illustre collega. Con che testa corrono questi???

    E' stato sempre così anche ai tempi del grande fenomenale AGOSTINI, e quello dimenticato che gli arrivava 2° in campionato con la MATCHLESS monocilindrica cos'era??? Cosa sarebbe stato AGOSTINI se NARDI DEI, il responsabile sportivo della BENELLI avesse detto ad AGO in procinto di cambiare casacca di non firmare con la casa di PESARO perchè la BENELLI navigava in cattive acque???

    Talento, fortuna, scelte sbagliate, uomini capaci di bruciarti una carriera per i propri interessi, altri uomini capaci di farti vincere un mondiale tutto è confuso e tutto concorre al risultato finale.

    Sarà banale ma ogni tanto toglietela sta benda dagli occhi, la barzelletta della MOTOGP 2010 non è ancora bastata?? Non vi dà fastidio che un inglese salti dalla SS, SBK e MOTOGP solo per questioni di reti tv??

    DVA che ti devo dire io quando mi impunto su CADALORA e BIAGGI difendo una categoria, quella dei piloti ...

    A te faccio ridere, vorrà dire che riderò anch'io ....

    RispondiElimina
  86. Doohan e Schwantz han messo le ruote davanti a Rainey piu' volte di quanto abbiano fatto Biaggi e Cadalora con Doohan.

    Per il resto non ti seguo sui magheggi. Per me esageri.
    E' vero che c'e' un Canepa che va in MotoGp, pero' poi che figura fa?
    Invece Cadalora e Biaggi han corso per anni con Yamaha 500 ufficiale senza mai andare oltre quel paio di gare l'anno fenomenali. Se poi non riuscivano a ripetersi e' colpa del sistema?

    Per te si, per me no.

    RispondiElimina
  87. Concordo a pieno con cio' che ha detto Boa poco fa. Devo dire inoltre che io riesco a tifare Rossi solo perché spengo il televisore non appena la gara finisce, perchè sento che anch'io se vedessi certe "scenette" avrei una specie repulsione nei suoi confronti; siccome però mi frega solo di quando corrono e non di quando festeggiano,io sono a posto(e che festeggino come gli pare e buananotte).Per quanto riguarda Doohan io credo che la risposta a tutti i dubbi sulla sua bravura rispetto agli "americani" sia stata trascurata dopo che Boa l'ha tirata fuori una volta: STAGIONE 1992.Quell'anno,se non si fosse scassato le gambe Doohan avrebbe vinto alla grande e con gli "americani" in piena forma,e noi non stremmo qui a discutere perchè Doohan verebbe considerato di diritto,oltre che di fatto,alla pari con Rainey e Schwantz.Si,d'accordo con i "se" non si fa la storia però ditemi voi se uno che arriva a metà stagione con 5 vittorie e 2 secondi posti può mai perdere il mondiale.Poi ha senz'altro vinto più facilmente senza i due campioni ma mica è colpa sua se non c'erano avversari alla sua altezza;e per favore i tifosi di Biaggi non se la prendano perchè ho solo detto ciò che i numeri confermano e i numeri sono al di sopra di tutto,sono l'unica cosa certa in questo campo e a loro possiamo affidarci.
    Mi è piaciuto molto il modo in cui Boa ha confrontato Rossi e Doohan. Le due carriere sono quasi speculari:Doohan ha vinto poco perchè c'erano avversri fortissmi all'inizio e poi ha avuto campo libero per anni,Rossi ha ereditato questa situazione e poi ultimamente si è trovato di fronte piloti veloci anche più di lui e quindi ha vinto molto meno rispetto a prima.Non sto dicendo che Biaggi,Checa,Gibernau,Barros o Cadalora fossero delle pippe ma di sicuro non erano al livello di Doohan o Rossi.Certamente c'erano anche delle ragioni tecniche precise,ma le cose stanno cosi'.Punto.
    Certo forse accomunare Biaggi a tutti gli altri è un pò esagerato dato che comunque resta il secondo pilota più titolato degli ultimi 10-15 anni dopo Rossi;e anche in questo caso sono i numeri a parlare.
    Comunque queste discussioni al di là del succo del discorso sono una miniera d'oro di informazioni per me quindi continuate pure. ;-)

    RispondiElimina
  88. Sono nuovo di questo forum ma lo seguo da tempo..Non sono un tifoso di questo o di quello e, come ha dimostrato Boa, se non ti schieri da qualche parte, ma ami semplicemente questo sport, ti schierano loro, gli schierati..Vorrei porre l'attenzione sulla pericolosa metamorfosi che si stà compiendo nell'ex campionato di motociclismo da noi tutti amato..L'identità con il baraccone della F1 si stà realizzando senza scampo..Là girottolano pensionati con la sindrome del ritorno, nipoti fermi di zii immensi, occhi a mandorla che cucinavano sushi fino a ieri..e qualche pilota..Basta avere la maniglia giusta e la borsa gonfia..Di quà, in uno schieramento tristemente vuoto, si rinnova il contratto al postino edwards, mai vincente in motogp e desideroso di tornare fra le vacche in texas..e invece gli tocca il milioncino per allevare il neoarrivo Cruccia, dopo averlo fatto con Spies..che, in realtà, non ha mai visto perchè era decine di secondi avanti..Lo stesso può dirsi del simpatico Loris che ha avuto l'indecenza di snobbare la sbk dove, probabilmente, avrebbe preso sonoramente paga..Meno male hanno declassato Talmacsi, altrimenti l'identità del baraccone col carrozzone sarebbe stata totale..allora non ci resta che sprofondare nel passato e dibattere sugli assi di un motociclismo che fu' per non pensare che questo sport rimane vivo nelle periferie grazie ai funambolismi di un talentuoso Merlin o alle scorribande di noiantri nel giorno libero ad aggredire i tornanti della futa..
    saluti!

    RispondiElimina
  89. Benvenuto Luvio.
    Tralaltro se ti interessa Merlin c'e' stata un'altra gara domenica e di cui scrivero' nei prossimi giorni.
    Al di la' del risultato ci siamo divertiti da matti.

    RispondiElimina
  90. Algard

    Concordo in pieno: senza quella brutta frattura nessuno avrebbe il coraggio di dire che Mick era molto inferiore agli americani.
    Al di la' delle classifiche mi ricordo le gare: belle combattute, ai sorpassi si rispondeva con i controsorpassi magari solo mezzo giro dopo.
    Era un'epoca di grandi campioni e grandi personalita'.
    Peccato che il destino e gli infortuni (oltre all'anagrafe) abbiano messo fine a quell'era. Il periodo '88-'93 e' uno dei piu' belli ci siano mai stati.

    RispondiElimina
  91. Matteo 18.18
    Quanta verità! Te lo appoggio in pieno! ;-)

    (manco fossi Lele Mora con Corona ahahahaha)

    RispondiElimina
  92. Boa, davvero non sai che nel 2005 Biaggi l'han fatto fuori??

    RispondiElimina
  93. L'han fatto fuori dopo che aveva abbondantemente rotto i coglioni e deluso le aspettative. Questo pero' non lo dice nessuno.

    Anche Capirossi l'han fatto fuori dalla Ducati allora, o l'han cacciato dall'Aprilia dopo aver vinto il Mondiale 250.
    Pero' nessuno dice mai il perche'. E' un po' come in galera: e' pieno di innocenti.

    RispondiElimina
  94. Boa, se arrivava terzo dovevano tenerlo, lo sai, si? certo che lo sai )..
    Nemmeno il peggior Max ( '99? ) è partito cosi spesso dalla 4° fila!! capisci? 4° fila.. non esiste. E lo sai. E quell'anno i maroni li ha rotti da meta mondiale in poi, quando si rese conto che CERTE COSE NON QUADRAVANO..

    RispondiElimina
  95. Guarda che comincio' a lamentarsi gia' nei test. Poi prosegui' costringendo il team a smontare e rimontare la moto alla ricerca di misteriosi problemi.
    E' una cosa che faceva pure in Yamaha e fa tuttora in Aprilia dove non e' detto che rimanga a lungo.

    Se alla Honda avevano intenzione di farlo fuori gia' al tempo dei test pre-mondiale (quando cioe' lui gia' lamentava ostilita' nei propri confronti) non lo prendevano in HRC e negavano la RC211V a Pons da subito.
    Anche Dovizioso ha il piazzamento nel contratto: che problemi si fa la HONDA a spostarlo in un team satellite o a tenere 3-4 moto ufficiali? Nessuno.

    Chiediti invece come mai Max A FINE STAGIONE non lo volevano nemmeno nel paddock.

    RispondiElimina
  96. Bene Boa! Narra del Merlo, ce n'è bisogno! Nel bailamme dei post forse mi son perso qualcosa..Si può dibattere su tutto, dati alla mano, ma soprattutto gare alla mano..In quegl'anni di cui sopra Schwantz rappresenta una vetta unica e solitaria..Ha vinto un mondiale solo ma ha vinto tante gare, ma soprattutto come le ha vinte..Qui non c'è da schierarsi, c'è da inchinarsi di fronte ad un motociclismo che non c'è più..fedele al marchio, sempre in suzuki, contro avversari tosti e moto migliori..Staccate impensabili, pertugi immaginati e realizzati, passare dove non passerebbe nessuno,spesso a braccetto con l'asfalto..Non scherziamo!

    RispondiElimina
  97. scusate il nome è cambiato...devo aver fatto casino coi pippoli..luvio o luvionaccio è uguale..

    RispondiElimina
  98. Dopo il post sul Mondiale SBK di DVA uscira' il mio sul Trofeo Vivaldi al Mugello.

    Avviso pero' fin d'ora che nel post sul Merlo non ammetto divagazioni su Biaggi e complotti vari. Gli eventuali commenti su Max verranno cancellati. Per quelli infatti ci sara' il post di DVA in cui sfogarvi. Non e' censura ma un po' di ordine ci vuole anche perche' son diversi post che non si fa altro che parlare di Max e delle sue vicissitudini.

    Giunti a questo punto mi sembra chiaro anche ai sassi come la penso io e come la pensate voi.
    Ognuno rimanga pure della propria opinione che non muore nessuno :))

    RispondiElimina
  99. BOA:"2001 Biaggi
    Beh a parte il fatto che era gia' un miracolo che Max con la YZR fosse li' a giocarsela con Vale sulla NSR dominante da un decennio"

    RispondiElimina
  100. 2008 Stoner
    Non è possibile che il polso faccia male una domenica no e una domenica si, o fa male o non fa male

    2010 Rossi
    Questa spalla che fa il buono e il cattivo tempo


    Boooooo

    RispondiElimina