martedì 7 giugno 2016

LA MORTE NON VI FA BELLI

Cosa ci può essere di più tragico della morte nelle corse? A quanto pare un sacco di cose. Luis Salom è morto durante le prove di venerdì della Moto2 e possiamo dire in tutta sicurezza che, passate in rassegna le solite frasi patetiche che vengono tirate fuori in questi casi, in molti poi se ne sono sbattuti i coglioni.
Sono veramente schifato dai comportamenti dei piloti, della Dorna, di quella Safety Commission che non so se sia più inutile o dannosa. Se un pilota muore il problema non può e non deve essere se si farà la corsa. Non può e non deve nemmeno essere la modifica alla pista gradita. E non è vero che lo show deve andare avanti. Quale obbligo ci sarebbe? Solo i soldi. A certa gente interessa solo quello.

Si dice spesso che son tutti bravi ... dopo. Ma in questo caso forse "dopo" certi personaggi sono addirittura peggiorati. Che alla curva 13 ci fosse un problema si sapeva da tempo. Era già stato proposto di usare il percorso alternativo delle F1 ma i piloti preferirono non cambiare perchè con la chicane era brutto. E ora aguzzate (poco) la vista:


Scorrete con lo sguardo la pista e ditemi se non vedete distese di ghiaia dall'inizio alla fine di ogni curva. No? Esatto in una non c'è. E' la 13 dove c'è asfalto per oltre metà della percorrenza. In pratica se qualcuno cade prima del punto di corda solo le barriere lo rallentano/fermano. Infatti Salom è scivolato banalmente come succede decine di volte nel Motomondiale, ma niente ha rallentato lui e la sua moto finiti assieme contro gli air fence che non fanno miracoli come si vuol far credere. Non hanno infatti il potere di deviare moto e pilota in posti diversi.
Il pilota spagnolo è finito contro le barriere ad altissima velocità schiantandosi contro la sua stessa moto. Eppure quando ancora doveva essere accertata la causa della caduta qualcuno preferiva riportare il sentito dire di un pilota: "Non ho visto immagini ma un mio amico ha visto l'incidente e mi ha detto che Salom è andato dritto contro le barriere e poi la moto gli è andata addosso. Questo è molto strano, probabilmente ha subito un guasto, altrimenti non si spiega"
Ma si può? Non hai visto l'incidente, te lo raccontano al contrario, ci credi e poi sentenzi che è stato un guasto. Da lì poi lo stesso pilota dirà che se c'è un guasto non è colpa della curva. Beh caro mio sarai anche bravo ad andare in moto ma di sicurezza non capisci un cazzo. Perchè una via di fuga in asfalto va bene per le macchine ma non rallenta affatto le moto. Le auto possono usare le gomme sull'asfalto per sterzare e frenare, un pilota disarcionato non può comandare un bel niente e su un fondo regolare carene tute e titanio scivolano che è un piacere.
Viene quindi meno lo scopo stesso della via di fuga che è quello di rallentare o fermare prima di sbattere sulle barriere. Se questo non avviene è come avere le barriere a bordo pista: ci si sbatte e basta.

Ma il peggio viene dopo. Alla riunione della Safety Commission decidono di fare un sopralluogo per decidere cosa fare. I piloti presenti (pochi) chiedono di mettere la ghiaia ovviamente! Ma viene invece deciso di utilizzare il percorso della F1. Paradossalmente quella via di fuga buona per la F1 non viene utilizzata dalle monoposto che invece deviano su una esse più interna. E allora cari Cap. Uncino e Cap. Irossi, che cazzo di lavoro sarebbe il vostro? Perchè una via di fuga non più utilizzata dalle auto ma ancora dalle moto non è stata riempita di ghiaia? Mi sembra ovvio che il catrame non cresce come l'erba nei prati, lì qualcuno ha asfaltato, avrà avuto l'ok no? E a voi stava bene così? A tal proposito val la pena ricordare cosa scrissi qualche anno fa quando Nicky Hayden finì fuori pista, fuori dalla via di fuga e fuori dall'autodromo: air-friends
Jorge Lorenzo dice che le vie di fuga sono "Troppo asfaltate e non permettono di rallentare abbastanza". Loris cosa capisce? "Il prossimo anno asfalteremo di più". Speriamo almeno che facciano le vie di fuga in salita visto che per loro 100m son tanti...

E allora vorrei sapere quanti piloti dovranno ancora morire per cambiare i responsabili della sicurezza dato che non hanno nemmeno quel minimo di dignità per dimettersi da soli.
Ma non è finita qui.
I piloti che hanno ispezionato la pista decidono di cambiare anche la Caixa utilizzando la versione più stretta e spigolosa e lontana dalla via di fuga. Fra gli assenti spiccano i due piloti Yamaha che contesteranno questa decisione. Lorenzo dice di non essere stato interpellato, Rossi che aveva altro da fare. Il primo sa benissimo che la SC si riunisce sempre allo stesso orario, se te ne sbatti i coglioni poi bisogna che ti vengano a prendere?
Il secondo invece se ne sbatte i coglioni anche dopo "tanto mi va bene qualsiasi decisione". Un minuto dopo accusa Marquez di aver fatto cambiare la Caixa per trarne vantaggio. Ora io mi chiedo come facciate a fare il tifo per una persona così meschina: o  siete così anche voi o non capite un cazzo.
Ma almeno questi due gentlemen ci fanno capire che a loro di Salom non gliene è veramente fregato mai niente. Interessa solo il proprio tornaconto, il loro vantaggino. Ha fatto bene Pol Espargarò a smerdarli pubblicamente. Ancora meglio avrebbe fatto a prenderli a calci nel culo.

Per la cronaca uno è stato centrato proprio nella curva che non voleva fare e l'altro ha vinto battendo "l'avvantaggiato" Marquez.
Ma non basta una stretta di mano a fine gara per diventare uomini. Forse non lo sarete mai.

P.S. della gara non me ne frega un cazzo, al contrario di certe puttane che sui social scrivono che non gliene frega un cazzo di Salom.

Adios




mercoledì 18 maggio 2016

MERCANTI DA 4 SOLDI

Come ben saprete, quest'anno il mercato piloti della MotoGp è cominciato prima del campionato stesso con la conferma a vita di Rossi in Yamaha.
Subito dopo c'è stata l'offerta (non trattabile) per rinnovare anche il contratto di Lorenzo con tanto di limite di tempo per rispondere e Ducati a tentare lo spagnolo.
Da qui è partita la ridda di voci in base alla scelta del maiorchino. O meglio solo in caso di passaggio a Ducati, con conseguente fuoriuscita di uno dei due Andrea in rosso. E chi se ne va, dove andrà? E chi prenderà il posto di Lorenzo?

La voce che Vinales fosse da subito "il piano B" di Jarvis per rimpiazzare Lorenzo ha addirittura preceduto la firma di Jorge per Ducati. Però pareva troppo facile ai giornalisti. Sì perchè cosa c'è di più bello di un fantamercato per riempire le pagine? Nulla! Costituisce il 99,9% degli articoli sportivi sul calcio quindi perchè non approfittarne?
Funziona così: ogni giorno una novità, non importa se vera, falsa, totalmente inventata, delirante. E' sempre da fonte sicura. Il bello è che poi dopo aver collocato lo stesso sportivo in 18 formazioni e 6 Nazioni diverse, gongolano pure per averci preso. E grazie al cazzo! Le hai scritte tutte! Una sarà pur vera, ma quelle sbagliate chi le ha dette? Nessuno.

Tornando al Motomondiale, in Yamaha han nominato Iannone (come transfuga da Ducati), Vinales (ovvio), ma soprattutto Pedrosa. Così d'incanto il pilota che ha sempre e solo corso per Honda era già piazzato in Yamaha. Motivo? Perchè Movistar è un suo vecchio sponsor e alla HRC è stanco di fare il Numero 2. In alternativa il ritiro. Conferma in HRC? Manco per il cazzo.
Beh a parte che la sponsorizzazione risale a parecchi anni fa anche se Pedrosa non è cresciuto di un millimetro da quando era un bambino dell'asilo, ma perchè in Yamaha non sarebbe andato a fare il Numero 2? Se l'han fatto fare al campione in carica...
E chi avrebbe preso il suo posto? Naturale: l'Uomo Ovunque, alias Andrea Dovizioso. Siccome è bravo e buono e non fa polemiche, il Dovi è stato dato per "paLpabile" un po' dappertutto: anche lui poteva rimanere in Ducati, andare alla KTM (pure qui perchè anni fa aveva sponsor RedBull...) o alla Suzuki nel caso di rinnovo a Iannone e, appunto in HRC.
Noi invece eravamo convinti che si sarebbe accasato alla Paton o passato al cross. Tanto stronzata più o meno chi se ne accorge?

Dopo il Gp di Francia, ho sentito una discussione su sky che aveva del surreale: Reggiani sosteneva che Ezpeleta si sarebbe messo d'accordo con Suzuki per lasciare Vinales dov'è per non perdere competitività, in cambio Yamaha avrebbe preso Pedrosa per UN SOLO ANNO in quanto poi si sarebbe ritirato. E concludeva "E' fantamercato eh!". Ah grazie in pratica ci hai confermato che ti sei inventato tutto così per dare aria alla bocca e non hai la minima idea figuriamoci prova delle tue affermazioni.
Ma ecco l'esperto Florenzano, che alza il ditino col fare di chi la sa lunga, e ci spiega che tra Vinales e Yamaha è fatta ma (ahhahah) c'è una clausola che impedisce a Maverick di annunciare il suo passaggio entro maggio (o giugno) sennò paga una penale di svariati fantastiliardi, tipica valuta del fantamercato. Notizia da fonte certa ci assicurava. E tutti:
- Chi? Pernat?
- No, non me l'ha detto Carletto!
- ahahahaahah (ma va in mona sottinteso)

Ma la più bella è la voce che si spaccia per alternativa alla solita stampa bigotta e servile (ma che poi è sempre della stessa risma) dove viene ribaltato tutto: Ducati manda via entrambi gli Andrea e promuove Petrucci!! Che per la cronaca non aveva ancora corso per via della mano malandata. Di chi la scelta? Dei piloti, perchè uno vuole troppo, l'altro non vuol fare la seconda guida mentre Petrucci è giovane (un anno meno di Iannone ehm ehm), italiano, mentre Forlì e Vasto sono cittadine rispettivamente canadese e neozelandese.
Cosa è successo invece?
La Ducati ha fatto la sua offerta a Dovizioso che rimane per meno dobloni, Iannone cercherà altrove.
Pedrosa confermato in HRC altri DUE anni.
Vinales in Yamaha e ... toh siamo ancora in maggio. Come passa il tempo eh?
Oh ne avessero azzeccata una anche per sbaglio! Alla fine però rimarcano orgogliosi che ci han preso ugualmente: almeno un pilota attuale ha lasciato la Ducati per far posto a Lorenzo che qualcuno ha sostituito alla Yamaha. Complimenti!!

Allora io adesso vorrei sapere una cosa: se voi guardate le gare in tv come noi, e scrivete quello che vi passa per la testa anche se non lo sapete come foste al bar.
Ci spiegate cosa cazzo leggiamo sui giornali e sentiamo alla tv???
Interpellati dal web sulle cantonate prese tutti hanno risposto in modo univoco: non siamo noi ad aver sbagliato le news di mercato. Sono i piloti che han sbagliato a firmare.