domenica 15 agosto 2010

L'ANNUNZZIAZZIONE




Ognuno ha il Gp che si merita. Dopo una Moto2 dove ogni tre curve non ci capisci piu' un cazzo dai continui scambi di posizione, arriva la motogp tutta chiacchiere e distintivo. Ore e ore di menate su contratti, sponsor e mercato e la gara? Boh.
Sintesi perfetta del clima e' l'intervista a uno scocciato Dovizioso che preferirebbe non parlare di mercato vista la situazione ancora aperta:
- "Parliamo della gara!"
- "Eh ma tanto sei caduto..."

Eggia', lui e' caduto, ma quando cade qualcun'altro ne parlano per 3 mesi.

IL MAGO DEI NUMERI
Un Bobbiese particolarmente in forma alterna statistiche a domande provocatorie col solito intento di far decollare il dibattito dove pero' lo segue soltanto il solito Pernat, specialista nello sparare minchiate fuori bersaglio giusto cosi' per far discutere gli altri. Da un giorno all'altro mi aspetto faccia pipi' in studio.
Ma il platinato Bobbi, cui hanno appena regalato una calcolatrice Casio plasma domande con l'aiuto dell'aritmetica. La prima equazione e' Stoner+Ducati= 11 gare senza vittorie, perche'?

Eh, perche'? Credo che proprio i diretti interessati vorrebbero saperlo il perche' visto che Cicognani non sa dare una risposta e il pilota dice chiaramente che e' da Le Mans che non ha la moto vincente. Del resto fino ad allora pure Hayden stava nei primi 4 e nemmeno troppo lontano dal podio. Oggi l'americano arriva un quarto d'ora dopo gli altri e il podio lo vede lontano.
Entrata a piedi uniti del delicatissimo Pernat che ritiene la firma per la Honda il vero motivo del calo dell'australiano. Al che io mi illudo che qualcuno chieda come mai e' calato pure il rendimento di Nicky Hayden. O ancora del perche' pure Cicognani non parli di modifiche alla moto o sviluppi nel corso della stagione. O del perche' una moto che pareva portentosa nelle prime gare oggi non lo sia piu'.

Fa ridere invece il tentativo sempre piu' goffo di far credere che le 3 moto (Yamaha, Honda e Ducati) siano sullo stesso piano. E allora mi chiedo come mai ci siano 3 Yamaha nei primi 5 o perche' fra i team privati la Ducati Pramac faccia pena.
Non so, ditemelo voi cosa non ho colto o meglio me lo dica Cereghini da dove trae i dati per dire che le 3 suddette moto vanno uguale. Io faccio fatico a trovare che vadano uguale due moto uscite dallo stesso concessionario, figuriamoci 3 prototipi che sono completamente differenti.



Che poi a ben guardare questa cosa delle 3 moto uguali e' una cazzata che da due mesi va dicendo in giro Agostini (v.foto), come se lui queste moto le portasse al limite in pista tutte quante e potesse con una battuta azzerare le millemila differenze che ci sono persino tra una sessione e l'altra.
Tralaltro questa congrega di barbagianni poi si perde in inutili discussioni per spiegare quando Dio Rossi perde, sostenendo che basta un "click" per fare la differenza.
Strana 'sta cosa: basta un click e non bastano telai, forcelloni e motori di disegno e materiali completamente diverso.

IL MAGO DEI NUMERI -REPRISE-
Contento che la sua nuova calcolatrice gli dia sempre il risultato senza scrivergli "COGLIONE", Bobbiese tira fuori un'altra statistica. Nelle ultime 14 gare Rossi e' quello che ha vinto meno dei fantastici 4, la Ducati 2 gp. Rossi+Ducati/14= poco. Il tutto condito da un 5° posto seguito a una vigilia strombazzata come la gara della riscossa. A questo punto chissa' se qualche giornalista avra' ancora il coraggio di scrivere che Vale puo' vincere il titolo.
Brivio - "Son statistiche che lasciano il tempo che trovano. E poi son 2 campionati diversi"
Ago - "Rossi risolvera' i problemi che gli altri non risolvono dimostrando che e' il piu' bravo"
Rinco: - "Rossi e' un pilota scientifico"
Pernat: - "Vale cambia la storia delle aziende"

Mi sembra evidente che nella gara a chi la spara piu' grossa abbia stravinto Pernat, ma anche Agostini non scherza.
Carletto dimostra poca memoria persino nelle sue cose. Infatti aveva dimenticato pure gli occhiali. Come fa a dire un ex direttore sportivo dell'Aprilia che Rossi ha cambiato la storia di quella azienda? L'Aprilia aveva vinto 3 titoli di fila con Biaggi, al punto che si diceva Max vincesse per la moto. Poi persino il suo assistito Capirossi (oggi fantastico e' alla 300esima caduta: auguri!!) ha vinto il titolo, seguito da pippe come Melandri e Poggiali. Oggi invece ci spiegano che l'Aprilia l'ha resa vincente Rossi.
E la Honda? Mi meraviglio (ma non dovrei) che Florenzano non gli abbia assestato un gancio. La NSR500 e' stata uan delle moto piu' vincenti della storia perdendo poi un solo titolo dal 1994 al 2000, anno dell'arrivo di Rossi. E l'ha resa vincente lui?
Chissa' se magari in futuro Rossi vincera' il mondiale con la Ducati diranno che e' il primo.

Per chi non lo volesse capire l'andazzo e' questo. Prendi un tot di gare per dimostrare che la Ducati non vince per colpa di Stoner e poi quando scopri che la Ducati a parte Casey non acchiappa nemmeno uno straccio di podio e aggiungendo che la Yamaha domina con un pilota che non e' Rossi, si conclude che "Rossi non si mette in discussione" (Cereghini).
La Ducati a sua volta e' perfetta gia' ora ma penalizzata da Stoner, ma in futuro risolvera' i suoi problemi solo grazie a Rossi, come se fosse il pilota a dire ai tecnici come va fatta la moto. E poi di quali difetti si parla visto che li avete appena negati? E se Rossi perde chi mettete in croce? Cicognani e' avvisato...

L'AVVENTO
Vorrei spendere due parole su questa pagliacciata dell'annuncio ufficiale.
Io non capisco e non voglio capire perche' una trattativa gia' chiusa venga chiaccherata di continuo facendo largamente intuire come si e' conclusa ma non potendolo dire ufficialmente.
I giapponesi sono strani. Tengono piu' all'etichetta che ai contenuti. Per me fan collezione di scatole. Che differenza fa annunciare 15 giorni prima o dopo un accordo che comunque avviene nel corso del campionato? Potrei capire che non va detto fino alla fine del 2010, ma visto che tutto e' chiaro a meta' campionato perche' far finta che non sia vero? E poi persino a 2 ore dalla conferenza stampa?
E poi questa storia che se la Ducati spiffera di aver ingaggiato Rossi prima del loro nullaosta per quale motivo dovrebbe impedire a Vale di provare la Ducati gia' a Valencia?

Gli italiani invece di stare zitti come i nipponici non dicono le parole proibite ma l'annuncio lo danno eccome.
Rossi dice che non puo' dire nulla e poi "Spero mi facciano provare la moto nuova gia' a Valencia". Se fosse la Yamaha che problema ci sarebbe?
Del Torchio "Non vedo l'ora di vedere Valentino sulla Ducati"
Cicognani fa finta di non sapere nulla e poi fa finta che l'annuncio ci sia gia' stato.
A me ha ricordato quando da ragazzini ci si metteva assieme a una tipa e non lo si poteva dire. Problema non mio visto che son sempre andato con le piu' zoccole della compagnia. Ma ho sempre disprezzato quelli che si tenevano per manina e facevano finta di nulla o si offendevano se ne parlavi.
Da gente che ha piu' di 40 anni ci si aspetterebbe un comportamento meno infantile. O no?

COLPI DI CODA
Mentre scorrono i titoli di coda, Bobbiese agita una paginetta di un sito estero per far dire a Cicognani e Brivio quello che per contratto o per una cazzo di motivazione che ignoro non possono dire.
E allora cosa c'e' di meglio della cazzata libera? Maestri della specialita' Pernat e Cereghini, assolutamente irrangiungibili da un Agostini in debito di ossigeno.
Chi avra' fatto l'affare migliore?
Pernat: - "La Ducati ha migliorato del 100%".
Si quando ha dato un calcio in culo a Capirossi senz'altro.
Florenzano, che nel siparietto di Rossi si e' divertito come a Zelig per una sola battuta, dice "Eh pero' se poi magari la Honda domina con Stoner..." guardate le facce. Han gia' pronta la sola. Se vince la Honda vince la moto, ovvio.

Si chiedono poi se Lorenzo sara' vincente anche senza l'apporto di Rossi. Boh a me pare evidente che quest'anno Rossi di sviluppo ne abbia fatto pochino e che piu' han lasciato fare a Jorge e piu' lo spagnolo va forte.
Perche' non ammettere l'evidenza'?
Brivio giustifica l'ingaggio di Lorenzo solo per rimpiazzare il tavulliano in volo verso la F1. Gia', pero' non dice che nel frattempo Lorenzo e' andato crescendo, al punto da oscurare la figura di Valentino tant'e' che la Yamaha, messa alle corde sin da Misano '09 ha fatto la sua scelta: si e' tenuta il maiorchino. E di questo non ne vogliamo parlare con Brivio? Vogliamo ancora far credere che la Madonna di Tavullia si sia materializzata a Borgo Panigale per una nuova sfida? E non perche' l'ultimatum e' andato a vuoto mentre gli altri offrivano valanghe di soldi?
Cicognani pare il ciclostile di Brivio. A sentir lui Stoner se ne va per una nuova avventura. Come se non fossero 2 anni che la Ducati corteggia Rossi promettendogli pure un innocuo amichetto a fargli compagnia nei box.
Come mai nessuno chiede perche' non abbiano voluto fare uno squadrone prendendo Rossi e tenendo Stoner? Chissa' perche' per far posto al nuovo arrivato alla Honda mandano via il piu' scarso e alla Ducati il piu' forte.
Nessuno ci fa caso?

Poi Brivio duetta con Florenzano che dichiara "Rossi pero' almeno qualche volta si deve mettere dietro Lorenzo prima della fine del 2010". Perche'?
"Mi sembra sia gia' successo quest'anno", si' in Qatar alla prima gara dove si suicido' Stoner, poi il resto son tutte paghe e la gamba c'entra fino a un certo punto: Rossi sta peggiorando nelle ultime uscite.
Al Sachsenring ha fatto la volata con Stoner, a Laguna se non era per la caduta di Pedrosa non saliva sul podio e lo stesso Stoner lo aveva seminato.
Qui a Brno le ha buscate pure da Spies a quasi 20" dal compagno. E' inutile far finta che Vale vada migliorando: numeri alla mano non e' migliorato un emerito cazzo.
Ma si sa questo e' il mondo dell'informazione che va alla rovescia:

- La Ducati con Stoner va sul podio ed e' colpa sua se non vince
- Hayden va peggio nessuno ne parla
- Rossi fa il passo del gambero ed e' sempre il numero 1
- Lorenzo vince 7 gare deve dimostrare di essere piu' forte di Rossi
- Simoncelli perde posizioni perche' sfinito, lo passa uno che una settimana fa era in ospedale.


Cereghini invece insiste col paragonare il passaggio di Rossi alla Ducati con quello di Agostini in MV solo in ragione della nazionalita' dei protagonisti. Stavolta ne fa solo una questione di eta' la differenza. Lo chiede ad Agostini che ovviamente apre bocca solo per dire che Rossi vincera' per sempre con qualsiasi cosa.
Pero'...
A me pare che appunto la MV fosse vincente da prima dell'arrivo di Agostini e che l'italiano allora fosse un giovane emergente, sicuramente un campione, rimasto troppo presto senza avversari.
Considerando che la Yamaha ha oramai vinto gli ultimi 3 mondiali e considerando che il giovane emergente e' Lorenzo.

Siamo sicuri che la storia di Ago non vada a somigliare di piu' a quella di Lorenzo?

P.S. prima che qualcuno mi rompa il cazzzzzo vorrei specificare che l'errore ortografico nel titolo e' voluto.

67 commenti:

  1. Più che per il titolo sarei tentato di farlo per altri motivi. Però non mi va.
    L'unica vera cavolata che si è sentita oggi è stata quella di Pernart.
    Una cosa che a me ha convinto poco è stata la riflessione di Florenzano alla quale ha replicato Brivio. Non credo si possa dire che Rossi lasci la Yamaha da perdente. Come se una stagione possa spazzare via tutto il resto.
    Mi è parso, in apertura di trasmissione, di sentire un elogio a Lorenzo e alla sua squadra che stanno lavorando benissimo in questa stagione. Vedo molta poca obiettività e molto odio in queste tue considerazioni.
    "Lorenzo vince 7 gare deve dimostrare di essere piu' forte di Rossi" Hai dei dubbi al riguardo?

    RispondiElimina
  2. Ti sembra che Lorenzo debba dimostrare qualcosa?
    Se lo sai dillo ma provaci senza tirare fuori i 9 titoli di Rossi.
    Tutti dicevano che Lorenzo copiava dai dati di Rossi e li han scollegati. Dicevano che da solo Lorenzo avrebbe perso il bandolo della matassa.
    E invece c'e' un pilota che va sempre piu' forte e non ha fatto perdere un solo millesimo alla superiorita' Yamaha.
    E questo perche' han dato pure a lui lo status di prima guida.

    C'e' poco odio nelle mie considerazioni al contrario di te che non perdi occasione per criticare la mia obiettivita'.
    Ti do una dritta: io non sono obiettivo. Ho il mio parere come tutti, quindi poi riporre la toga nell'armadio.

    RispondiElimina
  3. Non so. Aspetterei le 1000 ad esempio per vedere. Grandi evoluzioni in questa stagione non ne ho notate. Ti ricordo che non si fanno test (domani piccola eccezione) e lo sviluppo va a rilento. La Yamaha dello spagnolo è sempre a punto su tutte le piste fin dai primi giri. La squadra (lui compreso) lavora alla grande e non è necessario in questo momento un grande sforzo come collaudatori. Soprattutto tenendo conto della condizione delle altre moto che avrebbero molto da recuperare (con gli altri che inseguono non servono grandi evoluzioni).
    Lorenzo non deve dimostrare di essere forte. Non trovo giusto però considerarlo più forte di Rossi. Ah, scusa, non ho tenuto conto del fatto che Valentino ha preso quasi un secondo a giro oggi. Strano cambiamento di passo dal sabato alla domenica. Non ho toghe. Mi dispiace.

    RispondiElimina
  4. Non ci fosse Lorenzo oggi che direbbero della Yamaha? Che e' indietro? Che ha sentito la mancanza dello sviluppo di Rossi?

    E invece Lorenzo dimostra che non c'e' bisogno di miracoli. E aspettarseli da Rossi in Ducati e' eccessivo: se la moto sara' buona sara' competitivo, senno' no.
    Ma e' un dato di fatto che dal suo rientro va calando.
    Oggi si scivolava e si e' preso un secondo al giro e parlano di motivazioni tecniche all'infinito. Non sara' invece che non vuole rischiare?
    Stoner arriva 3° ed e' per impegno scarso.

    Con una differenza: che quella di Stoner era l'unica Ducati davanti, mentre Rossi e' arrivato 3° fra i compagni di marca.

    RispondiElimina
  5. Dal suo rientro ha fatto un quarto, un terzo (anche grazie a Pedrosa) ed un quinto posto. Il calo più grande io l'ho notato oggi. Doveva essere più in forma e invece è andato molto piano. Non mi ricordo un Rossi che, dopo essere rimasto indietro alla prima curva, non riesce più a recuperare di un metro. Stoner e Ducati hanno divorziato male e non collaborano più in armonia. Anche il rapporto fra Rossi e Yamaha temo non sia più idilliaco (ho capito che già domani non avrà modo di provare nuovi pezzi che saranno utilizzati quest'anno). Questa stagione ormai non ha più molto da offrire.
    Pensando a Dovizioso mi dispiace. Pedrosa è più forte ma in Honda non è stato mai messo in discussione. La prospettiva di scivolare in un team clienti non è proprio allettante.
    Inutile dire che spero l'anno prossimo la Ducati sia una moto competitiva (è FONDAMENTALE che sia una buona moto, i miracoli non li fa nessuno). Con tutte le variabili in gioco non si può dire che non sia una bella sfida.

    RispondiElimina
  6. E poi 13 mln a stagione, sono 13 mln.

    RispondiElimina
  7. Ma cosa deve dimostrare Lorenzo nei confronti di Rossi?Nel 2010 lo ha semplicemente surclassato sul piano velocistico , certo per Rossi era sicuramente più facile competere con dei fenomeni come Biaggi Capirossi e il mitico Gibe...

    RispondiElimina
  8. Attenzione che al Sachsenring si e' giocato il podio con Stoner mentre a Laguna ci e' salito per la caduta di Pedrosa ma i 3 davanti erano imprendibili. Pure lui disse di aver faticato di piu'. Qui a Brno e' invece andato in calando: guarda i tempi degli ultimi 6 giri.
    Considerando che c'era pure la pausa estiva e dovrebbe migliorare sempre, a me pare sia andato veramente forte solo proprio al rientro.

    E' un Rossi quello attuale che non rischia nel mucchio, che va piano sul bagnato e non cambia passo (a Laguna lo cambio' in peggio Dovizioso piu' che altro). Migliorera'? Non lo so, ma adesso non e' in gran condizione. Non sto mica dicendo sia finito, pero' visto che ha voluto lui imporre alla Yamaha di tenere un pilota solo, beh fan bene a tenere quello di maggiori prospettive.

    Dovizioso e Lorenzo erano i piu' forti in 250 quando lo spagnolo vinse.
    Uno e' andato in Yamaha contro Rossi, l'altro in HRC contro Pedrosa. Dovizioso non ha messo in discussione Dani, Lorenzo invece ha posto la questione Rossi.
    Pero' come vedi in Honda mandano via il meno forte per far posto al nuovo arrivato, alla Ducati fanno il contrario.

    RispondiElimina
  9. Uccio il problema non è la risposta ma il perchè della domanda.
    Comunque, prendendola seriamente, non saprei, ad esempio di esser capace di rimanere in testa per più di una stagione. Di esser capace di sviluppare bene (regolamento permettendo)la propria moto quando si passerà alle mille (anche Stoner nel 2007 è stato più veloce di Valentino), ...
    Eviterei i paragoni. Non mi sembra difficile da capire.
    Perchè allora non ci chiediamo cosa debba dimostrare Rossi nei confronti di Swantz, Agostini nei confronti di Doohan, ...
    Nel 2009 chi partecipava al mondiale? Parlando del 2010 ti riferisci alle prime tre gare? O alle ultime tre? Sicuro di aver considerato tutti gli elementi prima di poter dire "surclassato"?

    RispondiElimina
  10. @ boa. Oggi rimango con un punto interrogativo. Vedremo. Per quest'anno però temo l'effetto annuncio e ho paura, come dicevo, che non ci sia da aspettarsi molto di qui alla fine della stagione. Certo è che gare come quella di oggi non appassionano. Forse il momento giusto per tutti questi cambi di guida era lo scorso anno. Secondo me il problema non è stato quello di un Rossi che impone alla Yamaha di mandare via Lorenzo. Se invece gli avessero detto che lo tenevano come secondo? Alla fine è stato un cambiamento fisiologico. Per questo non parlerei di coraggio come faranno alcuni. Era semplicemente un cambiamento inevitabile. Alla Ducati fanno il contrario ma lo volevano fare? Cercarono di prendere Lorenzo. Stoner era difficile da tenere. Non penso che volessero mandarlo via. I soldi li hanno. Questo è sicuro.

    RispondiElimina
  11. Nel 2009 dal punto di vista velocistico
    Lorenzo era allo stesso livello di Rossi.Nel 2010 nelle prime 4 gare ( eh si perchè al Mugello sabato mattina prima di cadere Rossi accusava 7 decimi dal compagno ) i risultati si commentano da soli.Poi per quanto riguarda le ultime tre gare ci sono stati piloti che hanno corso in condizioni ben peggiori del dottore ma si sa tutto ciò che riguarda il 46 è leggenda...La verità è che Rossi, così come Doohan , ha avuto la fortuna di correre per un decennio con avversari di livello modestissimo, sarebbe stato interessante vederlo impegnato con piloti come Stoner Lorenzo e Pedrosa: credo che l'albo d'oro non sarebbe stato lo stesso...

    RispondiElimina
  12. @Simone

    Quando la Ducati cerco' Lorenzo, Stoner era ancora sotto contratto e disse che non c'erano problemi. Lorenzo idem.

    Rossi invece ha protestato quando han prolungato di un anno la permanenza in Yamaha di Jorge, ha protestato per la telemetria, ha protestato quando a Brno lo scorso anno Jarvis ha garantito parita' tecnica. Ripeto: PARITA' non si parla di dare a Lorenzo piu' di quanto abbia gia' Rossi.

    E allora se 2+2 fa ancora 4 mi sembra evidente che la scadenza del contratto di Stoner era l'occasione buona per attirare Vale in una squadra senza attriti. Casey invece va alla Honda con Pedrosa dove comanda Puig e Dani non fa una piega.

    L'unico che, dopo essersi visto usurpato il posto da Lorenzo, non vuole piu' compagni scomodi e' proprio Rossi.
    Si e' infatti sottratto al confronto nel momento in cui era veramente pari.

    RispondiElimina
  13. L'unica cosa che si commenta da sola e non necessiterebbe di repliche sono queste riflessioni.

    Per il Mugello parlerei di prostituzione intellettuale.
    Per le ultime tre gare è vero. Ci sono stati piloti che correvano in condizioni peggiori. Gente col busto, persone con fratture multiple, ...
    L'entità degli infortuni era più lieve. Cmq si tratta di piloti che, anche a parità di acciacchi sono arrivati dietro (anche a Rossi), o sbaglio? Forse perchè hanno girato più piano di Lorenzo il velocista?

    Lorenzo vince perchè non ha avversari. Basta cambiare il soggetto ma la frase si può riproporre. Valeva per Agostini, vale per Doohan, vale per Stoner, vale per Rossi, ... In pratica per chiunque abbia vinto qualcosa.

    RispondiElimina
  14. @ boa. Non ho tutte queste informazioni sui contratti e le richieste dei piloti. Poniamo che Valentino volesse proporre una modifica alla moto e Lorenzo una diametralmente opposta. Chi si segue per lo sviluppo? Quando in Honda hanno fatto una minimoto per Pedrosa non mi sembra che gli altri si siano trovati bene. Per te two is mei che uan. Per me no. Ed il secondo non poteva essere Rossi.

    RispondiElimina
  15. @Simone
    Tutt'altro... Lorenzo vince perchè batte Rossi a parità di moto.E' infatti semplice giustificare le proprie sconfitte scaricando il gommista (Michelin) dopo che per anni ti ha garantito in esclusiva la gommina fabbricata il sabato notte e che poi la domenica ti dava quel magico mezzo secondo in più, oppure accusare la Ducati di avere un 1000 cc (2007) e così via.Se Rossi avesse voluto dimostrare la propria superiorità non avrebbe dovuto imporre alla Yamaha di restare da solo,ma semplicemente rimanere e battere AD ARMI PARI lo spagnolo.O credi che la Ducati si la classica "scelta di vita"?

    RispondiElimina
  16. Rossi ha vinto una marea di titoli, questo è indiscutibile ma per me è stato veramente leggendario nei primi 2 anni di yamaha che era una moto piu lenta della honda, e anche s e di la' c'erano biaggi e gibe, vincere subito non era per niente scontato.

    Lorenzo ha avuto vita piu difficile. é arrivato nel team di quello piu forte, che gli ha fatto subito la guerra, e ha stupito per combattivita, poi ha pensato di riuscirlo a battere subito e ha pagato quel filo di arroganza con una serie di cadute e rotture che avrebbero demoralizzato chiunque (guardiamo le manfrine su certe spalle, neanche rotte...). Si è rissollevato e contro tutto e tutti ha iniziato questa stagione da vero leader battendo rossi sulla pista, incontrovertibilmente. la gamba di rossi ci ha solo privato di una bellissima e sfida ad armi pari. che non ci sarà piu. Solo per volere di rossi. Che con la scelta ducati fa l'esatto contrario di quando passo' in yamaha. sceglie la via piu facile.

    Ps: scusate se sono prolisso ma mi sembra che tifare per rossi faccia sparire quello che di buono fanno gli altri.

    RispondiElimina
  17. @Simone

    Dai per scontato che Rossi sia stato trascurato quest'anno ma non e' cosi'. Semplicemente anche Lorenzo avra' voluto dire la sua.
    Poi sai bene che con test minimi non si puo' fare due linee di sviluppo troppo discordanti.
    E comunque lo sviluppo lo fanno i tecnici non i piloti.

    La dimostrazione ce l'hai con Hayden che con la minimoto fatta per Pedrosa ci ha vinto il mondiale e fatto la sua miglior stagione.
    A parte l'abitabilita' non e' vero che gli facesse schifo.

    RispondiElimina
  18. Per chiudere sulla vicenda mercato. Ho già rotto i maroni abbastanza. Lorenzo, se non ricordo male, lo scorso anno disse che voleva essere la prima guida ed avere un maggior ingaggio facendo leva sull'offerta ricevuta dalla Ducati. Marco, se è come la vedo io, non ha scelto la via più facile. Io non sarei rimasto come seconda guida. Penso che l'offerta ricevuta da Yamaha sia stata sostanzialmente questa.

    RispondiElimina
  19. Per lo sviluppo i piloti qualche indicazione la danno. Si tratta del frutto di una collaborazione fra piloti e tecnici.

    RispondiElimina
  20. Si ma non stravolgono la moto da un pilota all'altro.
    Nessuno in Yamaha si sarebbe sognato di cestinare il parere di Rossi.

    Lorenzo ha chiesto di poter dire la sua, cosa che non avveniva in passato.
    Fino a meta' 2009 Jorge correva con una M1 meno aggiornata di quella di Rossi. Se c'era UN pezzo nuovo andava a Rossi e Lorenzo 2-3 gare dopo.

    L'ingaggio fu ovviamente ritoccato, del resto la "seconda guida" si stava giocando il Mondiale e san benissimo che uno cosi' e' meglio non averlo contro, ma l'accordo fu soprattutto sulla base della parita' tecnica che prima non c'era.
    Tutto confermato da Jarvis che il manager principale.

    Essendo l'ingaggi di Jorge molto piu' basso di quello di Rossi, il suo successo ha giocato al ribasso le quotazioni di Rossi: se vinciamo il mondiale con una da 4.5 milioni non ne diamo certo 12-13 all'altro.

    L'unica arma di Rossi era convincere la Yamaha a cedere Lorenzo in modo da essere egemone sul team. Non c'e' riuscito. Ma non era destinato a far da seconda guida. Era destinato a prendere meno soldi.

    Alla Ducati puo' fare il salvatore della patria per un bel gruzzolo. E li' ci sarebbe da dire che forse se Ducati avesse offerto meno di 10 a stagione e la convivenza con Stoner... beh Rossi rimaneva dov'era.

    RispondiElimina
  21. Aggiungo: chi la "sviluppo'" la Ducati campione del mondo??
    Non certo Stoner che venne ingaggiato all'ultimo momento.

    A farci piu' km di tutti oltre a Guareschi fu Capirossi che poi se ne lamento' per tutta la stagione. Possibile che uno sviluppi la moto perche' vada a bene a uno che non c'e'??

    E la Yamaha del 2007 con tutti quei problemi? Era Rossi il pilota che la "sviluppava"?

    RispondiElimina
  22. Su questo siamo in accordo. Bisogna "indovinare" la moto e, tolte alcune indicazioni (cmq preziose), è soprattutto compito dei tecnici. Poi, ci sono un insieme di fattori. Nel 2007 direi anche le gomme.
    Non mi piace la visione di insieme che emerge da questo scambio di opinioni riguardo il passaggio di Rossi in Ducati. Sembra che sia uno stronzo despota che non ha dato nulla e avanza solo pretese.
    Io preferisco pensare alla storia del pollaio. Se Yamaha avesse detto per questi due, tre anni (fino a quando non smette) puntiamo su Valentino (o glielo facciamo credere tenendo comunque Lorenzo) non sarebbe stato irragionevole. Non ha sentito più la fiducia di prima.
    Vedendola in positivo comunque è una sfida interessante.

    RispondiElimina
  23. Pare gli abbiano già tolto la possibilità di provare le sospensioni.

    RispondiElimina
  24. in tutta questa storia chi ci fa la figura piu' di merda e' ducati.
    ha sempre tenuto il pilota piu' forte e cambiato il piu' lento, persino bayliss. mi da' l'idea che abbiano rinunciato a questo e forse anche al campionato scorso, hanno lasciato andare stoner, preso hayden solo per prendere il fenomeno.
    e tutto per cosa ?
    sviluppare il 1000 ? far contento meda ?

    @ simone , le gomme sono _sempre_ state importanti, non solo nel 2007, se con questo giustifichi il mondiale vinto da stoner. mi da' l'idea che la differenza di vedute tra te e boa sia che lui consideri rossi un pilota, e tu lo veda invece con un'aura magica attorno . o una nebbia, forse ?

    RispondiElimina
  25. @Furio. Lungi da me magnificare Rossi. Volevo solo dire che fra i vari fattori che favoriscono il successo di una moto, quando se ne definisce l'assetto e lo sviluppo, sono le gomme. Molto dipende dal modo in cui la moto riesce a farle funzionare. Nel 2007, fra i vari elementi, anche le Bridgestone ebbero il loro ruolo.

    RispondiElimina
  26. La nebbia la vedo per il futuro italiano. Dove sono i piloti che rimpiazzeranno quelli attuali? Prevedo (da facile profeta)anni di dominio spagnolo. Che fine ha fatto il progetto del Team Italia? Dov'è la federazione?

    RispondiElimina
  27. Non ci sono. Ma di questo van ringraziati anche quei geni che hanno spazzato via 125 e 250, nonche' aver ridotto in macerie l'Europeo.

    Ora abbiamo gente che passa dalle minimoto al motomondiale se ha i soldi per farlo, poi ciccia.
    Molti manager poi cercano il colpaccio: o l'erede di Rossi o niente. Cosi' se non sono fenomeni nessuno prova a farli crescere.

    Comunque io non dipingo Rossi come uno stronzo.
    Lui ha provato a far fuori Lorenzo ma la Yamaha ha prolungato di un anno e Vale sai perche' si e' incazzato? Perche' gli toccava battere ancora lo spagnolo per far valere le sue ragioni.

    Come Lorenzo ha sfruttato l'offerta Honda per farsi alzare l'ingaggio, Rossi ha fatto altrettanto con Ducati. Son giochi che tutti fanno.
    E' che con Ducati Rossi non ha subito l'obbligo di vincere, non ha nulla da perdere e un sacco di soldi da guadagnare.

    Dopo 7 stagioni e 4 titoli con Yamaha se lo puo' permettere.
    Quel che contesto e' che non sia in missione per conto di Dio.

    RispondiElimina
  28. Pero' aggiungo che Del Torchio ha gia' parlato di investimenti superiori.

    Intanto Stoner corre con una moto dallo sviluppo bloccato.

    Se Rossi vincera' daranno la colpa a Stoner.
    Ci si puo' giurare.

    RispondiElimina
  29. si, quel che volevo dire e' che non solo nel 2007 le gomme sono state importenti, ma sempre. anche quest'anno. anche in tanti mondiali vinti da rossi.
    la nebbia che intendo e' quella alzata dai media, dove, come dimostra brillantemente questo splendido blog, tra cazzate e leggende metropolitane, vien difficile non dico conoscere il dietro le quinte, ma sistematicamente negano quel che i miei occhi vedono in pista. mi tocca di registrare tutto per sapere alla fine chi ha ragione tra me e meda.

    RispondiElimina
  30. Secondo me la questione è molto semplice: Lorenzo quest'anno ha suonato Rossi, e pure di parecchio, a parità di moto (ma non di squadra, che è sostanzialmente diversa, ma non credo abbia avuto un peso tanto grande da giustificare simili distacchi). Ogni altro ragionamento ha poco senso. Vediamo l'anno prossimo se, o per la guida o per la capacità di collaudatore, Rossi dimostra di essere ancora il n. 1 oppure abbiamo un nuovo dominatore (sempre Stoner permettendo). Lorenzo va VERAMENTE forte, al di là della Yamaha. Probabilmente, è un altro fenomeno. L'unica cosa, sinceramente, pur riconoscendogli enormi qualità tecniche e caratteriali, a me sta veramente ma seriamente antipatico, e anche le scenette non si affrontano. Voi direte, chi se ne fotte, ma io che ci posso fare, per me è intifabile. Inoltre, condivido la preoccupazione: se il ciclo Rossi è finito, in Italia chi vince più?
    Infine, lo so che Meda e co. sono spudoratamente di parte, ma a me sono comunque simpatici. La telecronaca è folcloristica (tipo fiera di paese) e poco tecnica, ma almeno è divertente. La telecronaca di La7 francamente non si affronta: è altrettanto poco tecnica, spesso distratta (nonostante gli sforzi dell'ex-pilota, che ci prova, poveraccio), e ci sono quelle interviste alle donne dei piloti "Come ti senti?" "Benissimo", che ti spappano veramente le palle.
    Oh a proposito complimenti per il blog, ciao,
    Lamberto

    RispondiElimina
  31. quindi e' vero ? non sono illusioni mie. ducati ha puntato tutto su rossi da due anni ?

    RispondiElimina
  32. sono d'accordo sull' initifabilita di lorenzo, anche se lavorera' una cifra sulla sua immagine.
    se devo considerarlo il prossimo dominatore, non vedo perche' escludere pedrosa, che certi giorni tiene botta bene, con quella moto.
    io punto su stoner, o forse su tutti quanti, il che dovrebbe essere auspicabile, con mondiali equilibrati e combattuti.

    per il dopo rossi dovrebbe essersi qualcosa di gia' visibile se non in motogp, almeno in moto2 0 in 125.
    se non c'e' li', la vedo dura

    una parola sulla sfiga di rolfo, ero sicuro vincesse, oggi

    RispondiElimina
  33. Bello il blog, scoperto da poco ma abbastanza obiettivo e simpatico.

    Concordo pienamente con il fatto che Lorenzo sia intifabile, però c'è da ammettere che il talento è fuori discussione.
    Io ho una mia teoria secondo la quale Valentino a livello di velocità pure e di tempi sul giro(nonostante i vari giri veloci che ha fatto segnare) probabilmente non è e forse non è mai stato il pilota più forte del moto mondiale. Il suo talento esce fuori quando riesce a dare battaglia all'avversario anche se in leggera inferiorità (per dirne una Laguna Seca vs Stoner), situazione che quest'anno non si è potuta verificare e probabilmente non si verificherà mai fino all'anno prossimo.
    Valentino, quando perde, perde per manifesta superiorità dell'avversario che si ritrova una combinazione di forma e moto spaventose (nessuno riusciva a contrastare Stoner e nessuno riesce a contrastare Lorenzo), su questo niente da dire. Resta comunque il fatto che, come ha dimostrato con Stoner, è l'unico che riesce a porre fine a queste egemonie e a rispondere in qualche modo, spesso dando spettacolo, ed è lì che sta la sua bravura.
    Insomma per quest'anno il mondiale è andato a puttane con tutti sti contratti anticipati e con le varie gambe rotte, ma spero in un mondiale più divertente l'anno prossimo:

    -Lorenzo dovrà confermare il primo mondiale vinto contro degli avversari (si spera) messi un po' meglio;
    -Valentino dovrà dimostrare di andare ancora forte con una moto nuova;
    -Stoner dovrà dimostrare di andare forte con la Honda.

    Scusate se sono stato un po' prolisso.

    RispondiElimina
  34. Boh per me non devono dimostrare nulla nessuno dei 3. Forse l'unico cui e' rimasto di dover dimostrare qualcosa e' Pedrosa cui il titolo e' sempre sfuggito e ancora non si sa se sia in grado.
    Lorenzo, Stoner e Rossi hanno invece dimostrato che nelle condizioni giuste sono pressoche' imbattibili.
    Pero' che tutto si incastri per il verso giusto e' un un altro paio di maniche.

    Dispiace che il titolo di Lorenzo sia arrivato con il principale avversario K.O. e con l'altro separato in casa dopo un paio di gare.

    RispondiElimina
  35. Sembra sia ufficiale:

    http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201008160820-ipp-rt10004-moto_e_ufficiale_valentino_rossi_passa_alla_ducati


    sembra anche che Valentino sia l'unico in Italia a non attribuire a sè stesso il merito per aver reso la Yamaha la moto più forte (lo attribuisce infatti a tutto il team ).

    Dando un mio parere sulla discussione che avete affrontato io direi che purtroppo quest'anno non è possibile tirare le somme in modo sensato, la caduta di Rossi ne ha compromesso inevitabilmente il mondiale ed anche il passo di gara di queste domeniche post-rientro.
    Non credo proprio che se non fosse caduto avrebbe avuto prestazioni così deludenti.
    Con questo non dico che avrebbe vinto il mondiale ( non vorrei essere frainteso) però non si può non ammettere che sarebbe stata una sfida competitiva simile a quella del 2009.

    RispondiElimina
  36. Beh certo non si puo' dire cosa sarebbe accaduto.
    Tuttavia si puo' riscontrare come Lorenzo sia al 100% sempre e Rossi abbia sempre qualcosa che non va a livello di assetto e feeling di guida.

    A Brno ad esempio non sono tanto i tempi nel finale dove sentiva fatica e dolore, quanto i primi giri dove non e' aggressivo. Del resto se cade aggrava una situazione delicata.

    A me piu' che altro dispiace che tra divorzi e infortuni questo campionato sia diventato quasi inutile in attesa del 2011.

    RispondiElimina
  37. Gran bell'articolo ma soprattutto gran bella discussione,perchè alla fine si è arrivati (discutendo appunto) ad una linea più o meno comune e non è facile di questi tempi.Vorrei solo aggiungere un'altra cosa sul tuo ultimo commento Boa:è vero Lorenzo sembra sempre più a posto di Rossi sulla moto,che riesca a trovare la messa a punto più velocemente di Valentino ed è vero,però se ricordate era esattamente cosi anche l'anno scorso e poi sappiamo come è andata a finire.Inoltre ci terrei a precisare che non si può certo dare per scontato che Lorenzo avrebbe vinto lo stesso il mondiale solo perchè era in testa di 9 punti dopo le prime tre gare;sappiamo che spesso l'nizio del campionato è fuorviante(nel 2007 Rossi 2° e 1° nelle 2 prime gare e poi..patatrak)perciò non si sa come srebbe potuto andare realmente il campionato.L'unica cosa certa è che lo sta vincendo Lorenzo e che Rossi gli ha reso la vita più facile.Punto.

    RispondiElimina
  38. Classe Moto3
    La classe 125 sarà rimpiazzata dalla classe Moto3. Le basi tecniche di questa nuova categoria saranno:
    - Motori 4 tempi 250cc con cilindro unico con diametro massimo di 81mm.
    - Ogni motore dovrà durare almeno tre gare e costare non più di 10 mila euro (il costo finale sarà annunciato)
    - Ogni casa se richiesto dovrà essere pronta a fornire un minimo di 15 piloti.
    Tale proposta è stata approvata dalla maggioranza del MSMA.

    Mah...

    RispondiElimina
  39. Mi sa che era meglio togliere la 125 del tutto.
    Gia' le Moto2 van meno delle SS.

    Comunque il prossimo post e' sulle regole 2012.

    RispondiElimina
  40. Questa notizia ufficiale di ROSSI in ROSSO prevedo già quali alibi porterà alla troupe di fuorigiri:

    Preparatevi, se Rossi continuerà a piazzarsi male nelle prossime gare già lo sento rinco esclamare con sicurezza: "Rossi non vince perchè ormai ha già la mente e la concentrazione sulla rossa e non gli importa più di ottenere risultati sulla Yamaha"
    Lo stanno già dicendo di stoner... per cui...

    RispondiElimina
  41. Quello di Stoner e' un chiaro esempio di forzatura giornalistica.
    Adesso che e' ufficiale vada in HRC dicono cosi', prima non lo sapevano e parlavano di pressione.

    Casey sta facendo pure troppo visto che il divorzio e' avvenuto un bel po' di tempo fa.

    RispondiElimina
  42. Caro Boa74 non so se su Motosprizz ci scrivi tu con il nickname ciuffa, ma se non sei tu ti segnalo che ti hanno ripreso il blog pari pari non scrivendo il link e non dicendo che l'hanno preso da te (sembra che l'abbia scritto ciuffa, il pezzo). Quasi sicuramente non te ne fotterà una mazza o magari ciuffa è tua sorella, ma te lo segnalo comunque non si sa mai.
    Ciao Lamberto

    RispondiElimina
  43. Nel dubbio l'ho comunque segnalato sul sito di Motosprint:
    http://blog.motosprint.it/blog/2010/08/04/la-nuova-sfida-di-rossi/comment-page-4/#comment-2940
    I cazzi miei mai?
    Lo so lo so.

    RispondiElimina
  44. Grazie della segnalazione Simone ;)
    E anche di aver difeso il nostro copyright :)

    Non sono io e nemmeno la sorella che non ho. Veniamo linkati da tante parti, non mi sono mai offeso.
    Pero' certo mettere il link dopo aver copiato l'intero post sarebbe corretto. Altri lo fanno.

    RispondiElimina
  45. Ah be',allora te ne faccio vedere un altro io,da Motoblog stavolta:http://www.motoblog.it/post/25703/valentino-rossi-in-ducati-comunicato-stampa-della-rossa-insieme-per-i-prossimi-due-anni/4#1475191
    Comunque poi l'ho segnalato io.

    RispondiElimina
  46. Scusa Boa io ho un account vecchio dove indica Simone ma mi chiamo Lamberto...
    Comunque, uno che posta tutto come se fosse suo e non segnala il link è messo veramente da boia...
    Ma che ce ne fotte, vado a magnà

    RispondiElimina
  47. Grazie Algard.

    La' pero' mi tocca rispondere perche' i commenti son sempre offensivi da parte di gente che mi piacerebbe vedere a quattrocchi solo per constatare se hanno il coraggio di essere cosi' maleducati anche nella vita reale o solo quando se ne stanno in mutande davanti a un monitor.

    Ironia del destino oggi ho girato per strada in condizioni tipo Brno: asfalto reduce da un temporale e gran vento.
    Chi rispetto alle prove e' calato di pochi decimi nel Gp, supera le capacita' umane.

    RispondiElimina
  48. http://www.motoblog.it/post/25702/valentino-rossi-in-ducati-una-lettera-del-dottore-per-i-sette-anni-passati-con-yamaha/2#show_comments

    vedere ultimi commenti...
    ;)

    RispondiElimina
  49. Ahahahhah oddio, ho creato un esercito :))

    Scherzi a parte l'unica cosa che mi da fastidio e' che cio' che scrivo non ha l'intenzione di entrare nelle solite discussioni pro-contro-rossi.

    Poi pero' gli anti-rossi mi prendono per vate e gli insulti... me li becco io :))

    Per fortuna ho il senso dell'umorismo e gli insulti mi infastidiscono solo da chi, anche solo telematicamente, conosco.

    RispondiElimina
  50. Ehi Boa,mi sa che quelli di Gpone vogliano cominciare a farti concorrenza,dà un'occhiata:http://www.gpone.com/index.php/it/news/in-evidenza/1566-aiuto-e-una-cronoscalata-od-un-gp.html
    Niente male,eh?

    RispondiElimina
  51. Complimenti per il Blog :-)
    è un bel pò che vi leggo ,l'articolo su Valentino in Ducati e sui commenti di fuorigiri è bellissimo .
    Saluti a tutti.

    RispondiElimina
  52. "Da oggi, di tanto in tanto, GPone.com farà un po' di critica televisiva."

    Ihihhihi e poi dicono che son fissato io.

    Come dico sempre la rete ha tanti buchi, ci si tiene d'occhio un po' tutti.
    Non che questo tipo di articoli sia una mia invenzione o ne detenga i diritti, pero' se ci si ritrova linkati dappertutto a qualcuno sara' venuta l'idea di fare altrettanto.

    RispondiElimina
  53. Ma di Boa ce n'è uno e tutti gli altri son nessuno! =)

    RispondiElimina
  54. sta a vedere che mi tocca sbattermi per il Creative Commons.....

    RispondiElimina
  55. (b3r53rk)
    Stanno facendo di più su GPone, ora commentano anche le testate nazionali del lunedì "post comunicato" Ducati-Rossi.

    RispondiElimina
  56. Buon giorno sto facendo una prova

    RispondiElimina
  57. Buon giorno.
    Mi sono iscritto per due motivi.
    Il primo e più importante è per chiedere scusa se ho preso il commento di BOA74 e messo sul motoblog.it senza scriverne l'autore e la provenienza, ma sinceramente pensavo non si potesse fare, in quanto non credevo si potesse fare pubblicità del vostro sito su un altro senza essere poi "bannati". Chiedo di nuovo scusa e vedrete che se dovesse risuccedere, scriverò all'inizio provenienza ed autore dell'articolo che intenderò riportare.
    Il secondo motivo è per fare le mie congratulazioni personali a BOA74.
    Non so se sei un giornalista, ma le tue disamine sul mondo motoGP sono sempre molto accurate, serie e (per come la vedo io) veritiere.

    RispondiElimina
  58. Ciao.

    La mia opinione non vale ne piu' ne meno di quella altrui ma almeno cerca di essere alternativa a quello che appare un vero e proprio blocco di granito.

    Accade cosi' che al coro dei commentatori pro-rossi a noi tocca di fare le pulci e nostro malgrado evidenziamo i difetti del Sig. Rossi.
    Accade anche che ci tocca leggere mostruosita' strumentali contro i vari Lorenzo, Pedrosa e Stoner e quindi anche qui senza esserne tifosi ci tocca difenderli.

    Tutto questo ci porta a un pilota che non vuole parita' tecnica col compagno che invece viene spacciato per vittima di un complotto e va nell'unica squadra dove poteva andare passando per eroe nazionale.

    Il suddetto pilota dalla quartultima gara dello scorso anno a oggi ha vinto solo un Gp eppure "queste gare capitano" mentre se la Ducati non vince da tot Gp e' colpa di Stoner.

    Jorge Lorenzo e' in Yamaha da 3 anni e dicono che raccoglie solo l'ottimo lavoro di Rossi ignorando che in passato han lasciato lo spagnolo con le Michelin e in differita di alcune gare sugli step di evoluzione della moto. Dopo 1 stagione e mezza ha chiesto la parita' e una volta ottenuta si e' messo a volare.

    C'e' un altro pilota italiano di cui dicono un gran bene, che meriterebbe la conferma in HRC e bla bla bla. Pero' il suo compagno spagnolo va piu' forte, e' quasi sempre davanti e viene considerato una pippa mentre l'italiano quando riesce a stare mezza gara coi "grandi" poi si sdraia.

    Sono cose sotto gli occhi di tutti, non ho scoperto nulla. E' pero' importante continuare a dirle queste cose, lontano dalle montature dei media che vanno a cambiare la storia delle corse pur creare il personaggio.

    16 anni fa Rossi vinceva la Sport Production grazie a una squalifica del suo compagno indotta dalla sua stessa squadra.
    Pero' nella sua autobiografia il "Campione" dice che fu squalificato il rivale Cruciani per un sorpasso scorretto.
    Quando gli stronzi come me saran troppo vecchi per farsi sentire cosa scriveranno i bimbiminkia?
    Quello che sentono alla tv. E la storia sara' diversa, accomodata.

    Quindi ringraziandoti per i complimenti ti dico di non preoccuparti per averci linkato, molti lo fanno omettendo il titolo del blog appunto per non incorrere nella censura della concorrenza.
    L'unica cosa e' che se non scrivi che l'autore sono io, gli insulti poi li prendi tu :))
    Qui invece non ci si insulta.

    RispondiElimina
  59. penso che tutti si debba essere daccordo su UNA COSA:

    tutto il circo, fuorigiri cazzate varie ed eventuali sta in piedi grazie all'essersi accodati AL FENOMENO rossi.

    è ovvio che passato questo, qualcuno torni allo sci (esiste ancora dopo Tomba?) qualcuno rimanga e qualcuno andrà a commentare i film dei pinguini direttamente in antartide per non dover sudare ogni volta come un porco alla brace.

    basta.

    l'80% dei "tifosi" si identifica con chi vince, non con chi magari arriva settimo ma ha dato spettacolo, quindi è ovvio che Rossi sia il più tifato di tutti.

    Il fastidio è che, a chi usa o prova a farlo, un minimo di cervello, da fastidio che il BRAVISSIMO Rossi debba venir venduto come extraterrestre quendo vince, o peggio ancora come vittima di complotti quando perde.

    RispondiElimina
  60. Ciao Boa74

    In un altro blog hai detto:

    Nella beatificazione del 46 sto leggendo di tutto sui giornali:

    Hai dimenticato un punto: tutti (molti) sono sicuri che Vale nel 2012 vincerà il mondiale perché come sviluppa lui le moto non c'è nessuno.

    Allora mi chiedo ma quali moto ha sviluppato lui?

    Le Aprilia 125/250? NO

    La Honda NSR 500? NO

    La Honda RC211V? Forse, ma credo di no, altrimenti non mi spiego perché nel contratto 2003 ha fatto mettere la clausola che se Kato con la NSR lo avrebbe superato in classifica poteva tornare a gareggiare con la 500.
    Al debutto, la RC221V, si dimostrò una moto di un altro pianeta, se davvero ha contribuito a svilupparla possibile che non se ne sia accorto?

    La Yamaha M1 2003? La moto definita da tutti un "cancello" ma che, con Biaggi, ha conquistato 2 vittorie e 6 podi nel 2002 e arrivò seconda nel mondiale? E quando avrebbe potuto farlo? Oltretutto quella di Biaggi era spompata, ma non era di sicuro un "cancello".

    La Yamaha M1 800 cc? Sì, peccato che arrivò terza nel mondiale, battuta dalla Ducati di Stoner e dalla Honda di Pedrosa e solo con le Bridgestone ricominciò a vincere mondiali.

    ;)

    RispondiElimina
  61. Ne ho accennato in questo articolo quando scrivo che Pernat dice "Vale ha cambiato la storia delle aziende per cui ha corso".

    La NSR vinceva da sempre, le Aprilia 125 e 250 dominavano le rispettive categorie come dimostrano i 3 titoli di Biaggi, quello di Capirossi, di Rossi, di Melandri e persino Poggiali ma anche Simoncelli.

    La RC211V all'inizio Rossi non voleva nemmeno usarla, pero' in una intervista di motosprint risalente a marzo ne parla dicendo che era una moto che "non aveva nemmeno bisogno di messa a punto".
    Dalla Honda se ne ando' per lo stesso motivo per cui se ne va dalla Yamaha: voleva una moto personalizzata e piu' evoluta di quella dei compagni oltre a uno sproposito di soldi, non partecipare alle conferenze per gli sponsor, colorarla come voleva lui etc etc.

    Sulla Yamaha Biaggi non c'entra: la moto del 2002 era una YZR500 con un motore 4T poco evoluto, era persino a carburatori.
    Max cambio' di tutto rendendola competitiva verso la fine del campionato, poi disperato preferi' una Honda privata.

    Nel 2003 la moto era gia' decisamente meglio, mancavano pero' i piloti: Barros, Melandri e Checa non sono bravi quanto Rossi a livello di velocita', non si sviluppo e pure Furusawa alcuni anni fa dichiaro' che non fecero rivoluzioni rispetto dal 2003 al 2004.
    Se ci fai caso i piazzamenti e i punti di Checa son simili al 2003 anche nell'anno del titolo di Rossi.

    Diciamo che se fosse partito dalla M1 del 2002 forse al primo anno il titolo se lo scordava.
    Tutt'ora danno merito a Rossi per il titolo di Lorenzo per come ha sviluppato la moto, e il 2006? E il 2007? Ho delle riviste di quegli anni dove dopo i test si diceva che la moto era perfetta grazie alle sue indicazioni...

    E' insomma un ritornello che fa comodo alla stampa. Anche Schumacher era considerato il non plus ultra e visto come lo trattano ora?

    RispondiElimina
  62. Tu sì, ma negli articoli dedicati alla beatificazione di Rossi nessuno l'ha fatto. Anche nei commenti sul tuo blog già al terzo Simone ha tirato fuori questa storia:

    Non so. Aspetterei le 1000 ad esempio per vedere.

    Perché è Lorenzo a progettare le moto alla Yamaha mentre Rossi, che è il re Mida delle moto, grazie alla sola imposizioni delle mani creerà la Ducati perfetta ;)

    Ps. La Yamaha racconta che il salto di qualità dalla M1 del 2003 a quella del 2004 è stato dato dal motore 4 valvole a scoppi irregolari e ammettono che il 5 valvole era un motore scorbutico (e che non hai mai vinto niente, nemmeno quando lo utilizzava la Ferrari, aggiungerei io ;)).

    http://www.yamaha-racing.com/Racing/motogp/bike/history/

    Ops, sulla M1 2002 ho cannato alla grande; mi ricordavo che era fatta "al risparmio" ma non mi ricordavo che utilizzava ancora il telaio della YZR.

    RispondiElimina
  63. Si si era ancora il vecchio telaio della 500 nel 2002.
    Nel 2003 invece il telaio era del tutto inedito e Checa porto' al debutto il forcellone che poi venne portato avanti nel 2004.
    Io mi ricordo che all'epoca Rossi disse la sua sull'inclinazione del cannotto ma siamo nell'ambito delle preferenze personali del pilota. Anche Biaggi chiese di cambiare quell'angolo 2 anni prima e gli dissero "eh ma c'e' da rifare il telaio; ciccia!"

    Sul motore a 4 valvole hai ragione ma anche quello fu uno sviluppo gia' messo in cantiere dalla Yamaha e non "ordinato" da Rossi.

    Il pilota e' indubbiamente uno dei 4 piu' forti, il piu' forte in assoluto degli ultimi 10 anni, pero' lo sviluppo lo fanno i tecnici i giappone, il pilota dice cosa non gli piace ma non ha idea in che punto il telaio sia da irrigidire, se il forcellone debba essere di determinate dimensioni etc etc.
    Semplicemente la Yamaha per il suo rilancio dopo l'ingaggio di Vale si e' fatta in 4 per fare delle moto migliori.

    Rossi ha costruito una solida reputazione di Campione vincendo tanto ma con moto che erano gia' fatte e pronte, ne' piu' ne' meno di quanto stia facendo Lorenzo.
    Dopodiche al suo ingaggio le varie Case han cercato di tenere fede all'impegno dandogli tutto il supporto possibile.

    RispondiElimina
  64. Caro BOA74, vorrei leggere un tuo commento sul fatto che nel 2012 possa esserci un ritorno di Biaggi in motoGP con Aprilia.
    Credo e spero che se ciò avvenisse, Aprilia lo assecondi sia a livello tecnico che economico come si merita e come non è mai accaduto in motoGP o 500

    RispondiElimina
  65. Non credo sia possibile. Gia' han fatto fatica a trovare un accordo per prolungare il contratto.
    E poi ci sono dei limiti a tutto. Anche Bayliss e' stato un grande ma non rientra piu'.

    Secondo me Max farebbe bene a cogliere l'attimo e ritirarsi da campione del mondo SBK.
    Si e' gia' rimesso in gioco fin troppe volte e il tempo non e' dalla sua parte.
    Dalla prima vittoria in 250 nel mondiale alla prima moto ufficiale in 500 son passati 7 anni; per Rossi 2.
    Il tempo perso da Biaggi e' tutto li' e adesso e' tardi per recuperare.

    RispondiElimina
  66. bel blog!!!!davvero un analisi priva di lecchinismi e sviolinate....bravi bravi bravi!l'anno prox il dio46 le prenderà e sarà ancora colpa della spalla....o(come ho scritto anche altrove)dell'unghia del mignolo sfaldata mentre accendeva la nuova ferrari...sapete mica se lo staff di rossi lo segua davvero?o come spero jeremia resta a fare da"chioccia"al "mio ben?che cmq chioccia o non chioccia picchierà di brutto....ancora complimenti,ciao!

    RispondiElimina
  67. Rossi è un operazione commerciale, se così non fosse non avrebbero bisogno di sottrarre risorse alla SBK !!!!
    Se veramente credessero in lui come pilota e non come traino per le vendite, a Stoner non mancano secondi al giro quindi se è più forte....
    Il fatto è che lo si prende per il seguito di incompetenti che ha al seguito, ma per non fare brutta figura si aumenta il budget perché lo sanno anche i sassi: Vince lui perde la Squadra!!
    La yamaha fece si un salto di qualità ma passò da 10 a 100 milioni il budget, pagò la MICHELINPER GOMME DEDICATE 600.000 euri...
    Difficile non vincere così!!!
    Ora si sono stufati di strapagare il mediatico visto che come pilota non è propriamente un fenomeno!!
    La ducati forse si metterà a fare gli scooter!!!
    Intanto sta facendo la Cruiser per il mercato Americano.....
    Certo con Rossi avrà una visibilità fino ad ora sconosciuta, vincere con un Australiano non da visibilità, per questo la Dorna era cosi contrariata..
    Per la Ducati però ora sarà più difficile a meno che la Bridgestone giochi sporco!!
    Mi spiego meglio; Oggi le Bridgestone vanno alla perfezione sulla Yamaha mentre alla Honda danno problemi sul posteriore ed alla Ducati sull'anteriore!!
    probabilmente sono state sviluppate tenendo presenti i bisogni della Yamaha.......

    RispondiElimina