martedì 17 novembre 2009

[GIGLEMA] TORQUE - CIRCUITI DI FUOCO



Ma circuiti de che?
Scusate se comincio un po' alla cazzo, ma davvero 'sto film non si sopporta a cominciare dal titolo che e' al tempo stesso: sbagliato, stupido e privo di qualsiasi collegamento. Nemmeno i film porno si abbassano cosi' tanto. E a proposito di pornografia, questa pellicola e' una bella puttanata dall'inizio alla fine.
Bravi i distributori italiani che, capito lo spirito del film, hanno aggiunto nella traduzione pure i circuiti de foco pensando "Chi vuoi che se ne accorga in mezzo a tutta questa merda?"

Doveva essere la risposta a due ruote a "Fast & Furious" e i riferimenti non mancano: dall'incipit dove il protagonista sorpassa e poi picchia due automobilisti ingarellati alla battuta del "vivo la vita un quarto di miglia alla volta" denigrata platealmente come la piu' grossa stronzata mai sentita.
Ecco qui sta il punto: ma lo sceneggiatore nello scrivere questa battuta "dissacrante" non si era ancora accorto della montagna di stronzate che la circondavano? Ma a Hollywood l'aria e' cosi' inquinata?

LA TRAMA


Il delirio e' tale che vale la pena raccontarlo anche se appunto (come nei film porno) la trama e' solo un pretesto per farci vedere della gente che si picchia e delle troie che roteano la lingua. Perche' in realta' questo e'.

C'e' un tipo che si chiama come una macchina (Ford) che tutti vogliono menare per la sua bella faccetta da culo. Tra questi i "Waters" una banda di bikers sporchissimi che usano cagarsi addosso e gli "Scottex" una banda di negri sovrappeso con seri problemi cutanei che usano la bandana (ce l'hanno tutti) per pulirsi il culo.
Ford Taunus ha fregato le moto agli Scottex e la droga ai Waters in un colpo solo. E come cazzo ha fatto? Semplice: la droga era nelle moto che s'e' fregato.
E qui sta il colpo da maestro dello sceneggiatore! Infatti l'imbecille sapeva della droga nascosta e per non finire nei guai e' scappato nascondendola col risultato che risulta l'unico colpevole e dall'FBI all'ultimo dei benzinai nel deserto TUTTI lo vogliono accoppare. Se si faceva i cazzi suoi non lo cagava nessuno.

Pure io speravo lo uccidessero dopo 5 minuti di film per la simpatia che ispira.
E il bello e' che ne' le moto, ne' la droga c'entravano un cazzo con lui!! Il deficiente ce le aveva in officina e basta. Manco erano sue. E nemmeno l'officina!!! Ma si puo' essere piu' idioti?
E cosi' comincia una lunga fuga dal deserto dove non c'e' un cazzo, alla citta' (Los Angeles) tra le piu' popolate e sorvegliate del mondo.
Non c'e' che dire: e' come vestirsi da SS a un matrimonio ebraico.

VIUUULENZA

Nei primi 20 minuti (!!) vediamo l'idiota coinvolto nelle seguenti azioni:
- mena due automobilisti che gareggiano tra loro perche' li ha sorpassati
- mena uno degli Scottex perche' lo ha sorpassato
- punta la pistola in faccia a uno cui deve dei soldi
- viene coinvolto in una rissa epocale
Da notare che lui ha sempre torto marcio e non le prende mai.

Nel proseguio del film ci sono anche un memorabile combattimento tra le palme a smarmittate e un combattimento a colpi di "stoppies" (le impennate sulla ruota anteriore) chiaramente ispirata da Mission Impossible. Del resto una cacata di film non poteva che ispirarsi ad altra merda del genere o a un lassativo.

Due pieghe di numero all'inizio facevano sperare che si vedesse un po' di motociclismo, macche'. Passa un minuto e gia' si pigliano a carenate.
Al raduno con immancabili troie lavagiste, tutti si picchiano e il nostro trova ovviamente la fila di gente che lo vorrebbe impalare con un 4 in 1.
Davvero un bell'omaggio allo spirito del motociclismo...

LA SCENA MADRE

Il punto di svolta del film (nel senso che vi alzate e svoltate l'angolo per evitare il resto) e' senz'altro la scena del treno.
Istruzioni per il buon sceneggiatore di film d'azione amerigani:
1. nel deserto c'e' sempre qualcosa in mezzo ai coglioni
2. non ragionare MAI ma fare sempre la cosa piu' idiota e impossibile
3. concludere in maniera rocambolesca e priva di ogni logica per sorprendere lo spettatore.

Bene al lavoro. Nel bel mezzo di una fuga Ford Anglia e' tallonato dal capo dei neri e si ritrova in una spianata di quelle dove si vede la curvatura della terra. E cosa c'e'? C'e' un treno PASSEGGERI in transito!!
Ora voi direte, c'hai 40.000 kmq di spazio, 'ndo vai? Sul treno ovvio. Anche perche' c'e' proprio un trampolino di fianco ai binari, pare li' apposta. Voi non lo fareste?
A questo punto una persona minimamente dotata di cervello, nei panni dell'inseguitore, che farebbe? Beh seguirebbe il treno, tanto l'idiota o scende o si ferma.
Eh eh troppo facile. Pure il capo degli Scottex si lancia sul treno cosi' i due si inseguono volando sopra e dentro i vagoni.

Altro colpo da maestro scribacchino quando l'idiota scende dal treno e l'energumeno e' ancora sopra. C'e' un ponte; basterebbe fermarsi e lasciare lo stronzo ad attraversarlo con tutto il treno. Ma no! Cosa vado a pensare! Molto piu' sensato rischiare di prendere il convoglio in culo per passare il ponte davanti al locomotore!!
E il cattivo allora che fa? E' forse da meno? Nella gara tra chi e' piu' stronzo si porta decisamente avanti saltando il treno per la lunga e atterrando un centimetro davanti ad esso. Ma colpisce un sassolino e buca cadendo rovinosamente e rimanendo incastrato.
Eccheccazzo! Mi fai dei voli da panico con una Daytona 955 e poi mi cadi da fermo? Ma va' a cagare!

Ma il treno che era li' un attimo prima come fa ad essere ora a centinaia di metri?
E' presto detto: c'e' che l'idiota deve rischiare di venire investito per sollevare 6 quintali di Daytona + il negro che ne pesa il doppio. Senno' che eroe e'?
Io comunque facevo il tifo per il macchinista...

7 MINUTI DI MERDA PURA

Dal treno in poi e' un crescendo di cazzate che ridefinisce il termine "Climax", forse bisognerebbe chiamarlo "CLISMAX".
Ford Capri e i suoi si nascondono in un rimorchio salendo pure con 3 moto in pochi secondi e senza scivolo: la sponda e' alta 1 metro e mezzo, fate voi.
Da quel camion, inquadrato piu' volte contenente solo un'auto NASCAR escono nascondendosi dietro un muro di roba che prima... non c'era.
La fuga in auto e' breve ma efficace: Ford Consul inserisce 16 volte la 3° a 9.000 giri e il gioco e' fatto.

I 7 minuti di cui sopra vanno invece dalla scena della sparatoria alla fuga finale.
Ragazzi guardateli e ridete, ridete, ridete.
Ice Cube fa fuori tutti i cattivi (che erano anche tutti armati oltre che cattivi) buttandoli giu' come birilli con la sua moto che vorrei ricordare sara' caduta 60 volte danneggiandosi. Ma non ha un graffio, va ancora ed e' pure bella lucida. Ah, dimenticavo: ha pure il cupolino antiproiettile... L'ultimo cattivone lo impicca al volo in una maniera che nemmeno il regista puo' aver capito.
Un altro personaggio (che non voglio rivelare) esce indenne dalla sparatoria per poi... farsi saltare in aria. Per me e' un aiuto sceneggiatore.
Il nostro Ford Transit invece spara con una doppietta a un paio di manette tagliandole meglio di un paio di tronchesi e poi si butta sulla Y2K. Una moto a reazione che arriva a 320 in meno di 10 secondi. Deve avere un bel po' di optional perche' mentre la accende compaiono un paio di occhiali.

Il doppio inseguimento fra maschi e femmine e' demenziale.
La Y2K va cosi' forte da far saltare in aria tutto con lo spostamento d'aria, ma il nostro la cavalca col solo ausilio degli occhialini comprati al mercato. E comunque alla fine va uguale alla custom del capo dei Waters.
Dall'altra parte il combattimento tra fighe si segnala piu' che per le acrobazie, per il fatto che la Tatuata cattiva si passa la lingua sulle labbra OGNI CAZZO DI VOLTA CHE LA INQUADRANO. Ed e' cosi' per TUTTO il film.

Ma sapete qual'e' la cosa comica? Non che dopo un'esplosione tipo Hiroshima il nostro Ford Escort non si sia fatto assolutamente un cazzo, ma che dopo 5 SECONDI la sua tipa sia gia' li'!!
Ma come? Ti sei sparato a 400km/h per le vie del centro schivando camion, lavori in corso, incroci, hai fatto un salto mortale a velocita' non misurabile e... la tipa ti ha gia' raggiunto? AHAHAHAAHAHAH
Ora ripeto tutte queste cagate e altro ancora le vedete in appena 7 minuti.
Poi lo ammetto non l'ho piu' guardato, tanto la fine sara' una cazzata comunque.

VOTO

Certi film andrebbero vietati. A TUTTI.


TECNICA

E' triste dover ammettere che nonostante una sceneggiatura assurda e una regia che rinnova i concetti di spazio e tempo, il film e' fatto bene, almeno per meta'.
Gli stuntman sono bravissimi, il sound dei motori e' quasi sempre giusto (a parte il VTR che a volte va a 2 e a volte a 4).
Poi pero' si scade con moto da enduro camuffate e ridicole nelle scene fuoristrada e si crolla con le ultime scene di azione infarcite di computer grafica. Forse e' una stretegia di stordimento.

SI RINGRAZIANO...

Aprilia e Triumph sono le uniche moto che vengono palesemente inquadrate sui rispettivi Marchi, hanno la livrea d'origine, sono in mano ai protagonisti che indossano pure capi recanti il nome della moto.
Tutte le altre Honda, Suzuki e Kawasaki sono pesantemente camuffate e prive di qualsiasi Marchio.
E meno male che 'sti film li chiamano "americanate" e finisce che siamo noi europei ad abboccare subito.
Vorrei sottolineare che l'Aprilia era protagonista pure di quelle due merdate di "The Ride" e "Highspeed", poi ci si chiede perche' la Piaggio l'abbia dovuta salvare dal fallimento...

DA VEDERE SE...

Non siete motociclisti o avete grande senso dell'umorismo.
Io lo vidi a casa di un amico che era impegnato al pc, sentendomi ridere di gusto mollo' tutto per vederselo.
Andrebbe fatto proiettare a scuola per spiegare il concetto di comicita'.

Per dirvi quanto l'ho apprezzato, la chiavetta USB su cui avevo messo il film l'ho buttata nel cesso e tirato lo sciacquone. Per essere sicuro che se ne andasse nelle fogne ci ho pure cagato sopra.

9 commenti:

  1. Mamma mia.... nel leggere la recensione mi sono piegato sulla sedia!! condivido pienamente affermando a mia volta la penosità del film!!!! io lo vidi ancora diversi anni fa e ovviamente da allora non ne ho più voluto sapere di riguardarlo...

    Se non ricordo male, l'ultima scena è un qualcosa di orripilante ed assolutamente irrealistico.. dove lui con la moto a propulsore scioglie l'asfalto e sfreccia sulla strada a circa mach 2 con tanto di effetto "Matrix reloaded".

    Poi mi ricordo benissimo il pezzo del film, dopo varie scazzottate e bullonaggini in cui uno dice.. "ADESSO VEDREMO CHI è IL MIGLIORE, GAREGGIAMO", al che io ( annoiato e irritato da quanto visto fino a quel momento) ho pensato: "Bene,finalmente ci tirano un pò, vedremo due pieghe, e qualche slalom fra le auto" E QUESTI INVECE DI GAREGGIARE CHE FANNO?? si affiancano ai 50 all'ora e cominciano a fare a gara di numeri con stoppie ed impennate varie ( per carità, complimenti agli stunt-men per i numeri.. però speravo di vedere una corsa).
    Uno dei film sul mondo delle corse che invece mi è piaciuto ( direi l'unico ) è "Indian, la grande sfida" con Antony Hopkins, tu Boa l'hai visto??
    Effettivamente è un po' romanzato e non del tutto fedele alla reale storia.. però le esagerazioni sono abbastanza contenute e la trama è profonda.. ( almeno a mio parere)

    RispondiElimina
  2. Purtroppo l'ho visto anche io e penso che un film più imbarazzante, stupido e denigrande per il mondo motociclistico non ci sia (e speriamo non si ripeta!). L'ho trovato talmente demenziale e assolutamente irrealistico! L'unica cosa che ricordo di quel film è la moto a propulsione nucleare che sfreccia nel centro di L.A. creando morte e distruzione al suo passaggio...cioè è stato come essere nel bel mezzo dei test fatti dai Francesi a Mururoa!
    Menzione speciale e bel ricordo sono le fighe che popolano il film...come al solito se il film è un cesso, devi compensare con fighe da paura e combattimenti impossibili!

    RispondiElimina
  3. Boa74 hai visto torque?
    allora se stai prendendo dello Xanax ti capisco:)
    questo non è un film ma una fucilata nelle palle.
    Per guardare questo film devono adoperare il sitema che usavano sul protagonista del film arancia meccanica:
    http://www.youtube.com/watch?v=ebTBmyMLDhQ&feature=related

    scusatemi per questo ot ma che aria tira su motoblog?mi hanno bannato solamente perchè scrivo battute e non volgarità,sembra che sia divento una specie di facemotobook sempre peggio.

    RispondiElimina
  4. Ford Taunus è da sundance festival come miglior battuta.
    boa74 ti consiglio di guardarti GRINHOUSE-A PROVA DI MORTE di Quentin Trantino

    RispondiElimina
  5. 18.03
    caro yakuza,
    poco importa che io ultimamente andassi su mb solo per leggere i tuoi commenti; come poco importa che quando iniziai putredine (il blog) incontrai un discreto entusiasmo: alla lunga i blog campano sugli imbecilli; qualità e quantità dei commenti cozzano di brutto.
    la fregatura è che senza quantità, piano piano, al blogger viene voglia di dedicarsi ad altro.
    morale: motoblog ci seppellirà tutti, perché è gestito e commentato nella maniera "corretta".

    RispondiElimina
  6. Eccomi qua, mi han dimesso dall'ospedale or ora dopo il malore dovuto alla visione del film.
    DVA mi e' testimone: gli ultimi 20 minuti li ho visti con 3 lunghe pause.

    Indian l'ho visto e mi sono informato sul protagonista. Il film e' romanzato (bene) nei limiti cinematografici. E' nella lista dei buoni assieme a pochi altri.

    Ho visto anche Deathproof di Tarantino, ma il mio giudizio e' viziato dall'essere un fan di quel demente d'un regista. Secondo me quel che fa Tarantino va visto come un fumetto o un cartone animato. E' pieno (come al solito) di citazioni da altri film che son piaciuti a lui come a me. "Stuntman Mike" e' un personaggio che meriterebbe di essere rivisto.

    Purtroppo Elevator ti devo smentire perche' esiste un altro film cretino quanto questo che recensiro' a breve. Per dirti quanto sia simile, lo confondo spesso.
    L'importante pero' e' che certi costumi non abbiano attecchito piu' di tanto. Perlomeno le "gare" sul chilometro che vedo io son di ben altro tenore.

    RispondiElimina
  7. Noooooooooooooo...c'è un altro film sul genere? E mi dice anche che è sulla stessa lunghezza d'onda se non peggio! NOOOOOOOOOOOOOO! Ed io che ero convinto di non dover più essere vittima di co'tanta demenza! Ok...non lo guarderò, ma aspetto la tua recensione! :-)

    Sono anche io un grandissimo fan del buon Quentin Tarantino! Ho parecchi suoi film (Four Rooms, Le Iene, Pulp Fiction, Kill Bill 1 e 2, Dal tramonto all'alba...ed al momento non ne ricordo altri) ed anche molti film dove lui è co-regista! Stupendi tutti!

    P.s.: per fortuna anche io vedo "gare" sul kilometro di ben altro tenore...e meno male! :-)

    RispondiElimina
  8. four rooms è il più bello!!!!

    RispondiElimina
  9. Beh, Put...dirti qual è il più bello faccio fatica perchè mi affascinano tutti i lavori di Tarantino, ma Four Rooms è uno dei migliori tra i suoi lavori!

    RispondiElimina